Spaghetti al pomodoro, un classico intramontabile che piace proprio a tutti, il simbolo della pasta italiana. In questa ricetta una versione speciale: spaghetti al pomodoro e cipolle caramellate, un primo piatto dal successo garantito perfetto da preparare in estate. Per l’ottima riuscita di questo piatto sono gli ingredienti a fare la differenza: consigliamo di scegliere dei pomodorini piccadilly maturi al punto giusto, le cipolle dovranno essere rosse, meglio se di Tropea perché quanto più dolci e digeribili. Per realizzare questa pasta abbiamo scelto degli spaghetti quadrati, ma potrete scegliere il formato che più amate… terminando la cottura direttamente nel sugo, risulterà cremosa e super saporita! E per finire, un tocco che piace sempre a tutti, abbondante stracciatella che donerà una nota fresca, che si sposa benissimo con le cipolle caramellate e tante foglioline di basilico per un profumo unico, iconico di questa stagione!Ecco altre ricette con gli spaghetti da non perdere:

Pasta allo scarpariello
Spaghetti ai 3 pomodori
Spaghetti all’assassina,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Spaghetti Quadrati 320 g
  • Pomodori piccadilly 500 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Concentrato di pomodoro 1 cucchiaio

per le cipolle caramellate

  • Cipolle rosse 2 grandi
  • Zucchero 1 cucchiaio
  • Sale fino q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Aceto balsamico 30 g

per completare

  • Stracciatella 250 g
  • Basilico q.b.

Preparazione

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 1

Per preparare lo spaghetto pomodoro e cipolle caramellate, partite da quest’ultime. Sbucciate le cipolle, tagliatele prima a metà (1) e poi a fettine molto sottili, senza eliminare la base della cipolla così non si separeranno (2). In un tegame capiente versate un filo d’olio e unite le cipolle (3).

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 2

Aggiungete ora il sale (4) e cuocetele per circa 20 minuti a fiamma bassissima (5), mescolandole spesso. Nel frattempo preparare il sugo: lavate bene i pomodorini e tagliateli a metà (6).

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 3

Quando li avrete tagliati tutti (7) preparate il soffritto. In una padella capiente versate un giro d’olio, 2 spicchi d’aglio precedentemente schiacciati e il concentrato di pomodoro (8). Non appena l’aglio sarà ben dorato eliminatelo (9).

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 4

Aggiungete ora i pomodorini (10). Mescolate e lasciate cuocere a fiamma viva per 5 minuti. Aggiungete un pizzico di sale e schiacciateli con un mestolo di legno (11); in questo modo rilasceranno tutto il loro succo. Coprite con un coperchio (12), abbassate la fiamma e cuocete ancora per altri 15 minuti.

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 5

Non appena le cipolle saranno ben appassite aggiungete lo zucchero (13). Sfumate con l’aceto balsamico (14) e cuocetele ancora per 15 minuti, sino ad ottenere delle cipolle ben caramellate, morbide, simili ad una marmellata (15).

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 6

A questo punto anche il sugo sarà pronto: i pomodorini dovranno risultare ben sugosi (16). Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua bollente, salata a piacere (17). Tenendo da parte l’acqua di cottura, scolate la pasta molto al dente, circa 4 minuti prima e trasferitela nel sugo. Terminate la cottura aggiungendo l’acqua di cottura tenuta da parte.

Spaghetti pomodoro e cipolle caramellate, passo 7

Quando la pasta sarà cotta al punto giusto spegnete il fuoco, aggiungete un filo d’olio (19) e saltatela bene. Create un nido di spaghetti in ciascun piatto, aggiungete sopra della stracciatella, le cipolle caramellate (20), un filo d’olio e terminate con foglioline di basilico (21).

Conservazione

Consigliamo di servire gli spaghetti pomodoro e cipolle caramellate appena pronto. 

Consiglio

Se preferite potete affettare le cipolle anche con una mandolina, in questo modo sarà più facile ottenere uno spessore molto sottile.

,

Lo chef Luciano Monosilio ha preparato per noi degli spaghetti aglio, olio e peperoncino facili facendoci innamorare di una pasta semplice, intramontabile e dai sapori intensi! Imbattibile primo piatto salvacena per le serate improvvisate con gli amici, che si prepara con soli tre semplici ingredienti di base: aglio, olio e peperoncino, ai quali aggiungiamo qui la nota aromatica e fresca del prezzemolo, che donerà anche un tocco di colore. Basterà qualche accorgimento durante la preparazione per ottenere uno spaghetto dalla cremosità perfetta. Venite a scoprire un classico piatto di pasta dalla semplice bontà, un pilastro della nostra tavola che non teme le mode culinarie!,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Spaghetti 320 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Olio extravergine d’oliva 60 g
  • Peperoncino fresco 1
  • Prezzemolo 1 mazzetto

Preparazione

Spaghetti aglio, olio e peperoncino facili, passo 1

Per preparare gli spaghetti aglio, olio e peperoncino facili per prima cosa ponete sul fuoco un tegame colmo di acqua, salate e al al bollore versate gli spaghetti (1). Mondate e tritate l’aglio eliminando l’anima interna (2), tritate anche il peperoncino (3). 

Spaghetti aglio, olio e peperoncino facili, passo 2

Staccate i gambi del prezzemolo e tritate le foglie (4). Nel frattempo in una padella molto larga aggiungete 20 g di olio (5), l’aglio tritato (6) molto finemente. 

Spaghetti aglio, olio e peperoncino facili, passo 3

Unite anche i gambi di prezzemolo (7). Fate stufare aggiungendo un mestolo di acqua di cottura (8). Poi aggiungete il peperoncino fresco tritato (9) e fate insaporire. Eliminate quindi i gambi del prezzemolo.

Spaghetti aglio, olio e peperoncino facili, passo 4

Quando la pasta sarà al dente, scolatela direttamente nella padella (10). Versate un mestolo di acqua di cottura (11), lasciate assorbire per completare al cottura e poi mantecate con circa 40 g di olio (12). Fate saltare brevemente gli spaghetti.

Spaghetti aglio, olio e peperoncino facili, passo 5

Insaporite con il prezzemolo tritato (13), mescolate (14) e servite gli spaghetti aglio, olio e peperoncino ben caldi (15).

Conservazione

Gli spaghetti aglio, olio e peperoncino sono da consumare la momento. Sconsigliamo la conservazione.

Consiglio

Per ottenere la giusta cremosità aggiunegete poca acqua di cottura alla volta.

,

Involtini o spiedini? Il gustoso dilemma si risolve con i nostri appetitosi spiedini di involtini ai pistacchi. Sarà semplicissimo prepararli e cuoceranno in poco tempo in forno, per ottenere un secondo piatto di carne sfizioso e semplicissimo. La panatura non è realizzata con il classico pangrattato, ma con la farina di pistacchi che dona una nota gourmet al piatto. Non poteva mancare anche qui il tocco filante del formaggio: il ripieno degli involtini realizzato con scamorza sarà tutto da scoprire, morso dopo morso!
Ecco altre sfiziose ricette per arricchire la vostra tavola:

Spiedini di mare
Involtini alla pizzaiola
Spiedini di vitello con rucola e scamorza
Involtini di carne e pancetta

 ,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti per 4 spiedini di involtini

  • Fettine di vitello 500 g (in fette sottili)
  • Farina di pistacchi 250 g
  • Scamorza (provola) 120 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Spiedini di involtini ai pistacchi, passo 1

Per preparare gli spiedini di ivoltini ai pistacchi per prima cosa tagliate a cubetti la scarmoza (1). Versate in una ciotola la farina di pistacchi e impanate le fettine di vitello (2) su entrambi i lati. Ponete ogni fettina su un tagliere (3).

 

Spiedini di involtini ai pistacchi, passo 2

Salate (4) e mettete un cubetto di scamorza dolce sull’estremita di una fettina di carne (5). Ripiegate verso l’intermo i lembi del lato lungo e arrotolate la carne per creare l’involtino (6).  

Spiedini di involtini ai pistacchi, passo 3

Infilzate 3 involtini alla volta su ciascuno spiedini di legno (7). Adagiate gli spiedini su una teglia rivestita con carta forno, irrorare con olio di oliva e cuocete in forno preriscaldato ventilato a 200° per 25 minuti. A cottura ultimata sformate i vostri spiedini di involtini ai pistacchi e serviteli caldi e filanti (9)!

Conservazione

Gli spiedini di involtini ai pistacchi si conservano in frigo per un paio di giorni. Potete comporre gli spiedini crudi in anticipo di un giorno o qualche ora e conservarli in frigo fino al momento della cottura.

Consiglio

Per questa ricetta è meglio utilizzare la farina di pistacchi, e non i pistacchi tritati, poichè ha una consistenza più fine che aderisce meglio alla carne. Le fette di vitello devono essere molto sottili, se neccessario battetele con il batticarne.

,

Le melanzane marinate sono un contorno estivo fresco e genuino, perfetto per accompagnare secondi piatti di carne o pesce, oppure da gustare su croccanti crostini di pane! Prepararle è molto semplice, si parte dalla base grigliata e poi si passa ad una saporita marinatura: riposando le melanzane assorbiranno profumi e aromi! Per addolcire il gusto deciso delle melanzane ci siamo ispirati al carpaccio di melanzane realizzando una marinatura aromatica preparata con un’emulsione di olio e aceto, con aggiunta di erbe profumate, aglio e peperoncino fresco. Approfittate dell’abbondanza di melanzane, in questa calda stagione per preparare altri appetitosi piatti come le melanzane in agodolce, melanzane gratinate, sfiziose al forno o come classica parmigiana!
 
 ,

Categoria: Contorni

Ingredienti

  • Melanzane 700 g
  • Olio extravergine d’oliva 100 g
  • Aceto di vino bianco 40 g
  • Peperoncino fresco 1
  • Aglio 1 spicchio
  • Maggiorana 2 rametti
  • Timo 3 rametti
  • Menta 1 rametto
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Melanzane marinate, passo 1

Per preparare le melanzane marinate iniziate pulendo le melanzane: lavatele e asciugatele, poi eliminate il picciolo (1) e tagliatele a fette spesse circa 5-6 mm (2). Ungete una piastra con l’olio (3) e scaldatela. 

Melanzane marinate, passo 2

Grigliate le melanzane sulla griglia caldissima prima su un lato (4) e poi sull’altro (5); man mano mettete su un piatto (6). Quando avrete finito lasciate raffreddare e intanto preparate il condimento. 

Melanzane marinate, passo 3

Sbucciate l’aglio, togliete l’anima e affettate sottilmente (7). Pulite il peperoncino strofinandolo tra le dita per far uscire i semi (8) e poi affettate sottilmente (9). 

Melanzane marinate, passo 4

Ponete aglio e peperoncino tritati in una ciotola. Pulite e tritate le erbe aromatiche fresche (11). Trasferite anche queste nella ciotolina (12).

Melanzane marinate, passo 5

Versate olio (13) e aceto (14) e mescolate con una forchetta (15).  

Melanzane marinate, passo 6

Cospargete con l’emulsione aromatica le melanzane disposte nel piatto da portata (16). Condite con un pizzico di sale (17) e coprite lasciando riposare in frigo per qualche ora, dopodiché potete consumare le vostre melanzane marinate (18).

Conservazione

Le melanzane marinate si conservano in frigo per qualche giorno se completamente coperte d’olio. Altrimenti vanno consumate in un giorno. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

I semi del peperoncino oltre a dare maggior piccantezza risultano poco digeribili, ma se preferite potete tenerli!

Variate le erbe aromatiche a piacere: provate ad esempio origano e finocchietto.

L’aceto può essere aumentato a piacere. Una grattugiata di zenzero impreziosirà l’intingolo con note speziate e fresche!

,

Il crudo di verdure gamberi e Taleggio è un piatto estivo che unisce ingredienti e sapori apparentemente molto diversi tra di loro! La freschezza delle zucchine e dei cetrioli si combina con la dolcezza dell’anguria, che viene bilanciata dalla nota pungente del cipollotto. Un originale carpaccio di frutta e verdura che viene completato dalla delicata salinità dei gamberi rossi e dal gusto deciso del Taleggio D.O.P., il famoso formaggio lombardo. Facile e veloce da preparare, il crudo di verdure gamberi e Taleggio è ideale da servire come antipasto o piatto unico: un’idea sfiziosa per le giornate più calde!,

Categoria: Piatti Unici

Ingredienti

  • Taleggio 200 g D.O.P.
  • Cocomero (anguria) 500 g (già pulito)
  • Gamberi 400 g rossi (da pulire)
  • Zucchine 200 g (già pulite)
  • Cetrioli 200 g
  • Cipollotti rossi 50 g (già pulito)
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 1

Per realizzare il crudo di verdure gamberi e Taleggio per prima cosa tagliate l’anguria a fette (1), rimuovete la buccia e ricavate dei triangolini di circa 3 cm alla base (2). Tenete l’anguria da parte e pulite i gamberi, eliminando la testa, la coda, il carapace e il filo nero sul dorso (3).

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 2

Scaldate bene una padella antiaderente con un filo di olio, aggiungete i gamberi (4) e scottateli per pochi secondi da entrambi i lati (5). Togliete i gamberi dalla padella e metteteli da parte (6).

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 3

Passate alle verdure: lavate le zucchine e affettatele molto sottilmente con una mandolina (7) (8), poi tagliate i cetrioli a rondelle sottili senza togliere la buccia (9).

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 4

Mondate il cipollotto e affettate sottilmente anch’esso (10). Infine tagliate il Taleggio D.O.P. a fette (11), poi a cubetti di circa 1 cm (12).

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 5

Siete pronti per comporre il piatto: adagiate i triangolini di anguria (13), i cetrioli (14) e le zucchine (15).

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 6

Aggiungete le rondelle di cipollotto (16), i gamberi scottati (17) e i cubetti di Taleggio D.O.P. (18).

Crudo di verdure gamberi e Taleggio, passo 7

In ultimo condite con un filo d’olio (19), un pizzico di sale e pepe (20). Il vostro crudo di verdure gamberi e Taleggio è pronto per essere servito (21)!

Conservazione

Il crudo di verdure gamberi e Taleggio si può conservare in frigorifero per un giorno al massimo, chiuso in un contenitore ermetico.

Consiglio

Potete arricchire il crudo di verdure, gamberi e Taleggio con altri ingredienti di vostro gradimento oppure aromatizzarlo con erbe fresche come basilico o maggiorana!

,

La pasta con crema di peperoni e Taleggio è una ricetta sfiziosa che ravviverà con gusto i vostri primi piatti nella stagione estiva, esaltando al meglio il sapore di questi ortaggi dalle gradevoli note dolcemente fruttate e dalle tinte vivaci. Vi basteranno solo due ingredienti: succosi peperoni rossi e un formaggio dal gusto unico e intenso come il Taleggio D.O.P.! Un mix perfetto per creare in un sughetto dalla cremosità irresistibile, che andrà a nozze con gli spaghetti. Semplice ma appetitosa, questa pasta conquisterà tutti alla prima forchettata!,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Taleggio 250 g D.O.P.
  • Peperoni rossi 700 g
  • Spaghetti 320 g
  • Maggiorana q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Pasta con crema di peperoni e Taleggio, passo 1

Per preparare la pasta con crema di peperoni e Taleggio per prima cosa lavate i peperoni. Adagiateli su una teglia rivestita con carta forno e  cuocete in forno caldo a 220 ° per 30-35 minuti (1). Dopo circa 20 minuti girate i peperoni. Una volta pronti (2) trasferiteli in una ciotola (3).

Pasta con crema di peperoni e Taleggio, passo 2

Coprite con pellicola e tenete da parte a intiepidire, questo passaggio permetterà di sfilare la buccia più facilmente. Ponete sul fuoco l’acqua per cuocere la pasta, da salare a bollore. Tagliate il Taleggio D.O.P. a fette (5) e poi a piccoli cubetti (6). 

Pasta con crema di peperoni e Taleggio, passo 3

Cuocete gli spaghetti al dente (7). Intanto togliete la buccia ai peperoni ancora tiepidi (8) e versateli in una brocca alta (9). 

Pasta con crema di peperoni e Taleggio, passo 4

Aggiungete anche la maggiorana fresca (10) e frullate (11) poi versate anche il Taleggio D.O.P. a cubetti (tenendone da parte una manciata per la decorazione dei piatti).

 

Pasta con crema di peperoni e Taleggio, passo 5

Frullate nuovamente (13) per amalgamare (14). Una volta che la pasta sarà cotta scolatela e conditela con la crema di peperoni (15).

Pasta con crema di peperoni e Taleggio, passo 6

Pepate (16) e versate un filo d’olio di oliva (17). Servite la pasta con crema di peperoni e Taleggio ben calda (18).

Conservazione

La crema può essere conservata per 1-2 giorni in frigo. La pasta va servita subito.

Consiglio

Potete usare delle erbe aromatiche a vostro piacere. Si consiglia di frullare i peperoni ancora tiepidi così da ottenere una crema omogenea.

,

Il tofu è un derivato del latte di soia, spesso utilizzato al posto della carne nella cucina vegan e vegetariana. Vi proponiamo una versione casalinga di tofu senza soia: il lentil tofu di lenticchie rosse! In poche mosse realizzerete con le vostre mani un panetto dall’alto contenuto proteico che si può rosolare in padella proprio come il classico tofu, magari dopo averlo insaporito con una sfiziosa marinatura. Il tofu di lenticchie rosse è perfetto per arricchire insalate, cous cous e tanti altri piatti sfiziosi. Incredibilmente nutriente e naturalmente genuino, il lentil tofu di lenticchie rosse darà una marcia green in più ai vostri menù!
Scoprite anche queste ricette con il tofu:

Tofu fritto
Tofu marinato alla birra
Spiedini di tofu marinato e verdure
Riso orzo e farro in salsa di peperoni e tofu,

Categoria: Piatti Unici

Ingredienti

  • Lenticchie rosse decorticate 250 g
  • Acqua 350 g calda
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Lentil tofu di lenticchie rosse, passo 1

Per realizzare il lentil tofu di lenticchie rosse per prima cosa coprite le lenticchie con l’acqua calda e lasciatele in ammollo per circa 30 minuti (1). Trascorso questo tempo trasferite le lenticchie con la loro acqua in un frullatore (2), salate e frullate alla massima potenza; se necessario allungate con poca acqua fredda e aiutatevi con una marisa per spingere il composto verso le lame. Dovrete ottenere una consistenza liscia e omogenea (3).

Lentil tofu di lenticchie rosse, passo 2

Versate la purea in un tegame antiaderente e cuocete mescolando continuamente (4) fino a quando diventerà denso e colloso (5); ci vorranno circa 10 minuti. Trasferite il composto in un contenitore di vetro, livellate bene la superficie (6) e coprite con un foglio di carta forno a contatto. Lasciate rassodare in frigorifero per circa 5 ore.

Lentil tofu di lenticchie rosse, passo 3

Una volta rassodato (7), capovolgete il panetto e rimuovete la carta forno, poi tagliatelo a cubetti della dimensione desiderata (8): il vostro lentil tofu di lenticchie rosse è pronto per essere utilizzato (9)!

Conservazione

Potete conservare il lentil tofu di lenticchie rosse in frigorifero per 4-5 giorni.

Si può congelare.

Consiglio

Se desiderate potete aromatizzare il lentil tofu aggiungendo erbe o spezie a piacere, per esempio prezzemolo, curry, zenzero o concentrato di pomodoro!

E’ normale che il composto di lenticchie si attacchi al fondo del pentolino ma è importante che si asciughi completamente altrimenti non si rassoderà.

Provate a marinare il lentil tofu con olio, salsa di soia, succo e scorza di limone e poi rosolatelo in padella!

,

Il liquore allo zenzero è un digestivo dal gusto esotico, piacevolmente piccante, buonissimo da gustare così al naturale o da utilizzare per insaporire creme e dolci. La sua realizzazione è molto semplice e a prevede pochissimi ingredienti: la radice di zenzero ovviamente, alcol, acqua e zucchero. Occorre attendere il lungo tempo di macerazione e poi di riposo prima dell’assaggio, come per ogni buon liquore, perché diventi ben aromatizzato e assuma una bella tinta dorata. Ottimo da gustare freddo, sarà una vera e propria coccola di fine pasto.
Venite a scoprire altre ricette di liquori da fare in casa:

Liquore al mandarino
Liquore al basilico
Liquore al cioccolato
Liquore alla liquirizia,

Categoria: Bevande

Ingredienti (per 1 lt di liquore)

  • Alcol puro 500 ml 95%
  • Zenzero fresco 160 g (peso già pulito)
  • Acqua 500 ml
  • Zucchero 400 g

Preparazione

Liquore allo zenzero, passo 1

Per preparare il liquore allo zenzero iniziate a pelare lo zenzero con un pelapatate (1) o uno spelucchino. Tagliatelo poi a fettine sottili (2) e riponetelo in un contenitore di vetro capiente a chiusura ermetica. Versate l’alcol (3) che dovrà ricoprirlo.

Liquore allo zenzero, passo 2

Chiudete con il coperchio (4) e lasciate macerare in un luogo fresco, al buio, per 3 settimane, agitando un po’ il contenitore ogni giorno. L’alcool dovrà colorarsi di un bel giallo acceso (5). Trascorso il tempo necessario, preparate uno sciroppo mettendo a scaldare l’acqua con lo zucchero per circa 10 minuti a fuoco medio. Mescolate di tanto in tanto.

Liquore allo zenzero, passo 3

Lo sciroppo dovrà bollire (7). Una volta che diventerà denso spegnete il fuoco e lasciatelo raffreddare. Filtrate l’alcol con un colino ed eliminate le fettine di zenzero (8). Ora unite lo sciroppo ormai a temperatura ambiente all’alcol (9) e mescolate.

Liquore allo zenzero, passo 4

Versate il liquore in una bottiglia da un litro o in due bottiglie da 500 ml (10) (11). Chiudete con il tappo. Fate riposare in frigorifero per almeno 15 giorni, agitando spesso la bottiglia. A questo punto il liquore allo zenzero è pronto per essere gustato (12).

Conservazione

Conservate il liquore allo zenzero in frigorifero per circa 3 mesi.

Si sconsiglia di riporre in congelatore.

Consiglio

Il liquore allo zenzero si può aromatizzare con scorza di limone inserendo a macerare nell’alcol con lo zenzero la scorza di un limone biologico o non trattato.

,

L’insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella è una sfiziosa alternativa alla classica insalata di riso, uno dei piatti più amati in estate. Si può preparare in anticipo e conservare in frigo, così da esser pronta in ogni momento, dopo una splendida giornata in spiaggia per esempio! Per arricchire il riso abbiamo scelto degli ingredienti super saporiti: peperoni grigliati senza pelle, pisellini, acciughe e una buonissima crema di mozzarella che insieme alle foglioline di menta completeranno il piatto con un tocco di cremosità e freschezza. Realizzare questa insalata di riso è davvero semplice, non vi resta che seguire i nostri passaggi e conservarla in frigo fino al momento di servirla! Fresca, gustosa e colorata sarà una vera gioia per il palato e conquisterà tutti i vostri ospiti!,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Riso 320 g per insalata
  • Peperoni rossi 300 g (circa 2)
  • Pisellini 200 g
  • Peperoncino fresco 1
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Acciughe sott’olio 4
  • Menta q.b.

per la crema di mozzarella

  • Fiordilatte 125 g
  • Panna fresca liquida 50 g

Preparazione

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 1

Per preparare l’insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella come prima cosa ponete sul fuoco una pentola colma d’acqua, salata, che servirà per la cottura del riso. Ora lavate bene i peperoni, sistemateli su una griglia calda (1) e cuoceteli sino a che non saranno morbidi e ben dorati, girandoli spesso. Ci vorranno circa 20-25 minuti. Trasferiteli poi in una ciotola (2) e coprite con pellicola (3) per agevolare successivamente l’eliminazione della buccia.

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 2

Non appena l’acqua inizierà a bollire buttate il riso (4) e cuocetelo per circa 12 minuti. Poi scolatelo bene e trasferitelo in una ciotola capiente a raffreddare. Nel frattempo preparate anche i pisellini. Incidete il peperoncino (5) e trasferitelo in una padella con un filo d’olio (6).

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 3

Lasciate soffriggere per un paio di minuti, quindi unite i pisellini (7). Salate (8) e lasciate cuocere a fuoco vivace per 5 minuti (8). Aggiungete poi le foglioline di menta (9), spegnete il fuoco e tenete da parte.

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 4

Riprendete i peperoni ormai tiepidi e spellateli (10). Apriteli a metà ed eliminate sia i semi che il picciolo. Poi ricavate delle striscioline di circa ½ cm (11). Trasferitele in una ciotola e condite con sale, olio e pepe (12).

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 5

Unite al riso i peperoni arrosto con il loro condimento (13) ed i pisellini privati del peperoncino (14). Mescolate bene il tutto (15) e tenete da parte per far insaporire. 

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 6

Ora passate alla crema di mozzarella. Tagliate il fiordilatte in pezzi (16) e trasferitelo in un contenitore alto e stretto (17). Aggiungete poi la panna (18) e frullate il tutto.

Insalata di riso con peperoni arrosto e crema di mozzarella, passo 7

Dovrete ottenere una crema liscia e densa (19). Impiattare il riso tiepido con peperoni e pisellini, aggiungete le acciughe spezzettate (20) e decorate con la crema di mozzarella e foglie di menta fresca (21).

Conservazione

Potete conservare l’insalata di riso in frigorifero per 2 giorni, senza la crema di mozzarella.

Consiglio

Per un sapore più dolce utilizzare i peperoni gialli.

È possibile sostituire i pisellini con fave fresche.

Preparate l’insalata di riso con qualche ora d’anticipo e conservatela in frigo, risulterà ancora più saporita!

,

L’insalata di riso con pesche, piselli e stracchino è una variante stuzzicante, colorata e genuina dell’intramontabile insalata di riso, il piatto unico estivo per eccellenza, in versione integrale. Ci siamo ispirati ai frutti della stagione più calda per arricchire in modo originale e con un tocco agrodolce questa ricca e versatile pietanza. Pisellini freschi e il tocco cremoso del formaggio fresco completano in modo gustoso l’insalata. Immancabile la nota aromatica e fresca, qui proposta con un accattivante olio alla menta che completa il piatto. Venite a scoprire quanto è semplice realizzare in casa questa appetitosa ricetta!,

Categoria: Piatti Unici

Ingredienti

  • Riso integrale 300 g
  • Pesche 200 g
  • Stracchino 120 g
  • Menta 20 g
  • Pisellini 500 g baccelli
  • Olio extravergine d’oliva 50 g
  • Pepe rosa in grani q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Insalata di riso con pesche, piselli e stracchino, passo 1

Per preparare l’insalata di riso con pesche, piselli e stracchino iniziate cuocendo il riso integrale in una pentola con acqua bollente salata per il tempo indicato dalla confezione (1), poi scolatelo e tenetelo da parte (2). Sgranate i piselli (3).

 

Insalata di riso con pesche, piselli e stracchino, passo 2

Sbollentate i piselli per 2 minuti (4), poi scolateli (5) in una ciotola con acqua e ghiaccio (6).

Insalata di riso con pesche, piselli e stracchino, passo 3

Spellateli e teneteli da parte (7). Sbollentate le foglie di menta per 10 secondi (8) e scolatele in una ciotola con acqua e ghiaccio (9).

Insalata di riso con pesche, piselli e stracchino, passo 4

Poi strizzatele e mettetele nel bicchiere di un mixer con l’olio (10) e frullate (11) bene in modo da ottenere un’emulsione omogenea (12).

Insalata di riso con pesche, piselli e stracchino, passo 5

Tagliate le pesche in 4 spicchi e poi a fettine dalla parte corta (13). Utilizzate l’olio alla menta per condire il riso (14), aggiungete il pepe rosa e i pisellini (15).

Insalata di riso con pesche, piselli e stracchino, passo 6

Poi unite le pesche (16) e mescolate bene (17). Se necessario aggiustate di sale. Impiattate la vostra insalata di riso e guarnite con fiocchi di stracchino spezzettati a mano direttamente nel piatto (18).

Conservazione

L’insalata di riso con pesche, piselli e stracchino si conserva in frigorifero chiuso per 2 giorni senza il formaggio.

Consiglio

La scorza dei pisellini freschi è piuttosto coriacea, pertanto abbiamo preferito eliminarla, ma in alternativa potete saltare questo passaggio e prolungare la cottura per renderli più teneri.

,