Ecco un primo piatto delizioso che incarna l’atmosfera primaverile: gnocchi con crema di ricotta e asparagi, ideale per accogliere la nuova stagione. I classici gnocchi di patate fatti in casa si vestono con un condimento cremoso e stuzzicante: una vellutata salsa di ricotta, aromatizzata alla menta, accompagnata da asparagi saltati in padella con peperoncino. Morbidi gnocchi si fondono con la ricotta, mentre gli asparagi piccanti aggiungono colore e vivacità. Bastano pochi ingredienti, combinati insieme in modo nuovo, per dare vita a un piatto prelibato che porterà un tocco creativo sulla vostra tavola. Approfittate di questo periodo per realizzare altre appetitose ricette con gli asparagi:

Gnocchi con crema di asparagi
Pasta con crema di ricotta, asparagi e pistacchi
Gnocchi di asparagi con crema di burrata e pancetta

 ,

Categoria: Primi piatti

per gli gnocchi di patate

Patate 1 kg
Farina 00 300 g
Uova 1
Semola q.b.

per il condimento

Ricotta vaccina 250 g
Asparagi 520 g (da pulire)
Aglio 2 spicchi
Peperoncino fresco 1
Menta 4 foglie
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.

Preparazione

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 1

Per preparare gli gnocchi con crema di ricotta e asparagi cominciate dalla preparazione degli gnocchi di patate. Lessate le patate per circa 30-40 minuti dal bollore (1), a seconda della loro grandezza. Fate la prova forchetta e se i rebbi entreranno senza difficoltà nel mezzo allora potrete scolarle. Schiacciate le patate mentre sono ancora calde sulla farina che avrete setacciato sulla spianatoia e che avrete disposto a fontana (2); non ci sarà bisogno di sbucciarle perché la buccia rimarrà all’interno dello schiacciapatate. Aggiungete poi l’uovo leggermente sbattuto insieme a un pizzico di sale (3).

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 2

Impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto (4). Prelevate una parte di impasto e stendetelo con la punta delle dita per ottenere dei filoncini spessi 2 cm (5); per farlo aiutatevi infarinando la spianatoia, di tanto in tanto, con della semola. Nel frattempo, coprite l’impasto rimanente con un canovaccio per evitare che si secchi. Tagliate i filoncini a tocchetti e, facendo una leggera pressione con il pollice, trascinateli sul rigagnocchi per ottenere la classica forma (6). Man a mano che preparate gli gnocchi di patate sistemateli su un vassoietto con un canovaccio leggermente infarinato, ben distanziati l’uno dall’altro. 

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 3

Ora pulite gli asparagi eliminando i filamenti esterni con un pela patate (7), poi tagliate la parte bianca più dura (8). Riducete il resto a rondelle di circa 1 cm, lasciando da parte le punte. Dividete a metà per il lungo le punte degli asparagi (9). 

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 4

Prendete il peperoncino fresco, staccate il picciolo, dividetelo a metà e apritelo nel senso della lunghezza, quindi eliminate i semini interni e affettatelo sottilmente (10). In una padella capiente versate un giro d’olio, l’aglio e il peperoncino (11). Rosolate qualche istante, poi versate gli asparagi (12).

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 5

Aggiungete un mestolo di acqua calda (13) e cuocete per circa 10 minuti a fuoco medio-alto (14). Intanto occupatevi della crema di ricotta: tagliate al coltello la menta (15).

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 6

In una ciotola mettete la ricotta e condite con sale, olio e pepe (16), versate un mestolo di acqua calda (17) e mescolate con la frusta (18). 

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 7

Ora aggiungete anche la menta che avete tagliato finemente (19) e frullate con il mixer a immersione per ottenere una crema liscia (20). Quando gli asparagi saranno cotti, togliete l’aglio dalla padella (21). 

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 8

Prelevate anche le punte dei asparagi (21) e tenetele da parte per la decorazione dei piatti. Ora cuocete gli gnocchi pochi per volta in acqua bollente e salata (23). Non appena verranno a galla scolateli e versateli in padella con gli asparagi (24). 

Gnocchi con crema di ricotta e asparagi, passo 9

Completate il condimento versando in padella la crema di ricotta, sempre a fuoco spento (25). Mescolate (26) e unite un mestolo di acqua di cottura degli gnocchi, nel caso dovesse risultare troppo asciutta la crema. Impiattate e guarnite con le punte degli asparagi tenute da parte. Gli gnocchi con crema di ricotta e asparagi sono pronti per essere serviti (27)!

Conservazione

Consumate subito gli gnocchi con crema di ricotta e asparagi.

Gli gnocchi di patate si possono conservare ancora crudi lasciandoli sul canovaccio per un paio d’ore al massimo, in questo caso la cottura sarà leggermente più lunga perché si saranno essiccati all’aria. Potete anche congelare gli gnocchi, in questo caso mettete il vassoietto nel congelatore e dopo circa 20 minuti riponete gli gnocchi di patate in un sacchetto alimentare, e continuate così fino ad averli congelati tutti. Per cuocerli sarà sufficiente buttarli in acqua bollente e salata senza scongelarli prima: fate attenzione a cuocerne pochi per volta altrimenti la temperatura dell’acqua si abbasserà e gli gnocchi si scioglieranno.

Consiglio

Potete aromatizzare la crema con del basilico fresco in alternativa alla menta. 

Se utilizzate asparagi molto sottili non sarà necessario pelarli e potrete mantenere le punte intere.

,

Gli asparagi al forno sono un contorno primaverile delizioso e genuino che vi conquisterà per la sua preparazione facile e veloce. Questo piatto, oltre a soddisfare il palato con la sua combinazione di sapori delicati, celebra l’arrivo della stagione delle fioriture in tutta la sua freschezza e vitalità. Gli asparagi, caratterizzati da una leggera nota terrosa e un piacevole retrogusto amarognolo, sono gli indiscussi protagonisti: la cottura al forno li trasforma in bastoncini morbidi e succulenti, ma ciò che li rende davvero unici è l’aggiunta del timo limonato. Questa erba aromaticamente profumata aggiunge un tocco agrumato agli asparagi al forno, rendendoli ancora più appetitosi!. Approfittate di questo periodo per realizzare tante altre ricette con gli asparagi:

Asparagi alla milanese
Pasta agli asparagi
Risotto agli asparagi
Pesto di asparagi

 ,

Categoria: Contorni

Ingredienti

Asparagi 500 g (da pulire)
Aglio 1 spicchio
Parmigiano Reggiano DOP q.b.
Timo limonato q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Preparazione

Asparagi al forno, passo 1

Per preparare gli asparagi al forno per prima cosa lavate gli asparagi e staccate la parte bianca del gambo, che è quella più dura (1). Fate una leggera pressione sul gambo, l’asparago andrà a piegarsi proprio nel punto in cui la parte coriacea termina. Per questa ricetta non è necessario pelare il gambo poiché la cottura in forno li renderà molto morbidi (2). Scegliete una teglia che possa contenere gli asparagi in base alla loro lunghezza. Ungete la teglia con olio evo e adagiate uno spicchio d’aglio schiacciato (3). 

Asparagi al forno, passo 2

Disponete gli asparagi uno accanto all’altro, senza sovrapporli, poi condite con sale (4), pepe (5), Parmigiano Reggiano DOP grattugiato (6) e ancora un filo d’olio. 

Asparagi al forno, passo 3

Terminate sfogliando del timo limonato (7). Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 15-20 minuti, o fino a completa cottura. Il tempo può variare in base alla grandezza degli asparagi. Sfornate gli asparagi al forno, eliminate l’aglio (8) e serviteli ben caldi (9), accompagnandoli ai vostri secondi piatti preferiti!

Conservazione

Gli asparagi al forno si conservano in frigorifero per un paio di giorni.

Potete congelarli dopo la cottura.

Consiglio

È consigliabile selezionare asparagi più o meno della stessa dimensione per una cottura omogenea.

Il timo limonato viene aggiunto per dare un po’ di freschezza, per conferire invece un tocco balsamico si può usare della maggiorana, sia in cottura che prima di servire.

,

Freschi, croccanti e dolci, caratterizzati da un gusto che ricorda quasi l’anice o la liquirizia, i finocchi sono un ingrediente pieno di benefici. Oggi vi mostriamo come preparare i finocchi al forno, una fantastica alternativa ai classici finocchi in padella che spesso amiamo preparare. I finocchi al forno sono un contorno buono, gustoso e facilissimo da realizzare! Vi mostriamo come prepararli e come renderli ancora più sfiziosi grazie a un’emulsione di olio e miele! Con la cottura in forno otterrete dei finocchi teneri, non legnosi e con una piacevole crosticina in superficie, grazie agli ultimi minuti di grill. Provate anche voi i finocchi al forno e accompagnateli con tanti secondi sia di carne che di pesce!Scoprite anche:

Finocchi gratinati
Insalata di finocchi e arance
Vellutata di finocchi

 ,

Categoria: Contorni

Ingredienti

Finocchi 1 kg (3 grandi, da pulire)
Olio extravergine d’oliva 6 cucchiai
Miele millefiori 2 cucchiai
Succo di limone 1
Prezzemolo q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Preparazione

Finocchi al forno, passo 1

Per preparare i finocchi al forno come prima cosa pulite i finocchi eliminando le estremità (1); ne ricaverete circa 800 grammi. Tagliateli quindi a fette spesse 1 cm (2). Man mano sistemateli in una ciotola con acqua fredda e il succo del limone (3).

Finocchi al forno, passo 2

Nel frattempo preparate l’emulsione: in una ciotolina versate l’olio (4), il miele (5) e un cucchiaino raso di sale (6).

Finocchi al forno, passo 3

Aggiungete il pepe nero macinato (7) e mescolate energicamente con un cucchiaio per emulsionare (8). Rivestite una teglia con carta forno e spennellatela leggermente con l’emulsione appena preprarata (9).

Finocchi al forno, passo 4

Scolate i finocchi, tamponateli con un canovaccio pulito e posizionateli all’interno della teglia in maniera ordinata. Cospargete sui finocchi l’emulsione rimasta (10), poi condite con 2 cucchiai d’olio (11). Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 200° per 25 minuti. Azionate poi il grill e cuocete ancora per 5 minuti. I vostri finocchi al forno sono pronti per essere serviti (12)!

Conservazione

I finocchi al forno si conservano in frigorifero per 1-2 giorni in un contenitore ermetico. 

Consiglio

Per un risultato ancora più gustoso provate a sostituire il sale con 2 cucchiai di salsa di soia!

,

La focaccia è uno sfizio che mette sempre tutti d’accordo, ma ciascuno di noi ha la sua preferita e qui vi proponiamo una delle sue innumerevoli varianti: la focaccia farcita con cipolle e pomodorini, una ricetta rustica che rievoca le preparazioni casalinghe delle nonne. A rendere unico questolievitato è il ripieno a base di cipolle stufate con pomodorini ciliegini, custodito tra due strati di morbida focaccia, un’esplosione di aromi e profumi intensi da scoprire al primo morso. Se come noi amate i sapori semplici che non passano mai di moda, cimentatevi a preparare in casa questa deliziosa focaccia farcita con cipolle e pomodorini e altre appetitose varianti:

Focaccia pugliese con cipolle
Focaccia con pomodorini e origano
Focaccia con cipolle rosse e tonno

 ,

Categoria: Lievitati

Ingredienti

Farina 00 250 g
Semola di grano duro rimacinata 250 g
Acqua 320 g tiepida
Lievito di birra fresco 4 g
Olio extravergine d’oliva 20 g
Origano q.b.
Sale fino q.b.

per le cipolle stufate

Cipolle dorate 5
Cipolle rosse 5
Pomodorini ciliegino 300 g
Acqua 320 g calda
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.

Preparazione

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 1

Per preparare la focaccia farcita con cipolle e pomodorini mescolate insieme la semola (1) e la farina 00 (2). In una ciotola a parte sbriciolate il lievito fresco (3).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 2

Versate 320 g di acqua tiepida e mescolate con le mani per sciogliere il lievito (4). Incorporate la miscela appena ottenuta nelle farine (5) e impastate a mano vigorosamente, sollevando e pressando con le nocche l’impasto finché non avrà assorbito bene il liquido; dovrà risultare morbido e soffice (6).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 3

Aggiungete il sale (7) e l’olio (8) e proseguite ad impastare a mano (9).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 4

Dovrete ottenere un panetto liscio e omogeneo (10), copritelo con pellicola e ponetelo a lievitare nel forno spento con la luce accesa per 2 ore (11). Nel frattempo occupatevi della farcitura: mondate e affettate le cipolle dorate (12).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 5

Fate lo stesso con le cipolle rosse (13). Scaldate un giro d’olio abbondante in una casseruola (14), poi aggiungete le cipolle (15).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 6

Salate subito (16), in questo modo le cipolle rilasceranno in cottura la loro acqua e non si bruceranno, quindi unite i pomodorini interi e versate 320 g di acqua calda (17). Mescolate bene, coprite con il coperchio (18) e cuocete a fiamma alta per 4-5 minuti, poi abbassate la fiamma al minimo e lasciate stufare le cipolle per circa 30-40 minuti.

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 7

Le cipolle dovranno risultare morbide e trasparenti (19). A questo punto oleate un foglio di carta forno e adagiatelo su una teglia rettangolare che misura 28×35 cm (20). Recuperate l’impasto lievitato e spolerizzatelo con poca farina (21).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 8

Allargatelo con le mani sulla spianatoia (22), poi stendetelo con il mattarello per creare una forma rettangolare e sottile (23), più grande della dimensione della teglia. Arrotolate la pasta sul mattarello e srotolatela sulla teglia. Passate il mattarello sul bordo per ritagliare il bordo in eccesso (24).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 9

Tenete da parte la pasta avanzata del bordo (25) e farcite la focaccia con gran parte delle cipolle stufate e intiepidite (26), tenendone da parte 3-4 cucchiai per farcire la superficie. Ora stendete nuovamente con il mattarello la pasta avanzata (27).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 10

Ricreate una sfoglia rettangolare come la prima (28) e adagiatela sulla teglia per ricoprire la focaccia con un secondo strato (29). Sigillate tutto il bordo premendo con le dita per non far uscire il ripieno in cottura (30).

Focaccia farcita con cipolle e pomodorini, passo 11

Ricoprite la superficie con le cipolle rimaste, bagnandola con il loro fondo di cottura. Condite con un filo d’olio e inumidite con poca acqua, poi insaporite con sale e abbondante origano secco (31).  Bucherellate la superficie con la forchetta facendo attenzione a non bucare lo strato inferiore. Cuocete in forno statico a 180° per 40-45 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire la focaccia farcita con cipolle e pomodorini (32), poi tagliatela con le forbici e servitela a quadratini (33)!

Conservazione

Potete conservare la focaccia farcita con cipolle e pomodorini in frigorifero per 2 giorni. Consigliamo poi di ripassarla in forno prima di servirla. In alternativa, una volta fredda, è possibile congelare la focaccia a pezzi o intera.

Consiglio

Se nella prima fase dell’impasto il panetto dovesse risultare asciutto, aspettate qualche minuto prima di aggiungere altra acqua per dare modo alla semola di assorbire al massimo i liquidi.

Per questa ricetta potete variare la tipologia di cipolle in base alle vostre preferenze e disponibilità.

,

Se il vostro obiettivo è arricchire la classica frittata di sole uova, vi mostriamo un modo facile e veloce: oggi prepariamo insieme la frittata di porri! Una variante vegetariana davvero saporita e semplicissima da fare a casa… la cena sarà pronta in men che non si dica! Simile come gusto alla frittata con cipolle, ma molto più delicata; grazie alla cottura veloce i porri rimarranno croccanti, ma teneri allo stesso tempo. Potrete servirla come secondo piatto, con un contorno di patate magari, o tagliarla a cubetti e portarla in tavola per un aperitivo sfizioso, o magari per arricchire un buffet. La frittata di porri è una ricetta salvacena ideale da personalizzare con tanti ingredienti, come acciughe, formaggi o salumi!Scoprite intanto le nostre migliori ricette di frittate:

Frittata al forno
Frittata di cipolle e patate
Frittata di spinaci

 ,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

Uova 6
Porri 400 g (da pulire)
Parmigiano Reggiano DOP 50 g (da grattugiare)
Pecorino romano 50 g (da grattugiare)
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Preparazione

Frittata di porri, passo 1

Per preparare la frittata di porri iniziate da questi ultimi. Mondateli eliminando le foglie più esterne, la parte verde ed eventuali radici; poi tagliateli a rondelle di circa 2 mm (1). In una padella, da 28 cm di diametro, scaldate un giro d’olio, poi aggiungete i porri (2) e condite con il sale (3). 

Frittata di porri, passo 2

Rosolate i porri per circa 6 minuti a fiamma media, aggiungendo poca acqua a metà cottura per non farli bruciare (4); dovranno risultare dorati e ben appassiti (5). Intanto in una ciotola versate le uova e conditele con sale e pepe (6).

Frittata di porri, passo 3

Sbattete con una frusta (7), quindi aggiungete il Parmigiano Reggiano DOP grattugiato (8) e il pecorino grattugiato (9).

Frittata di porri, passo 4

Versate il composto nella padella con i porri ben calda (10), poi distribuite le uova in maniera uniforme con una spatola (11) e coprite con un coperchio (12). 

Frittata di porri, passo 5

Cuocete a fuoco medio per 15 minuti, dopodiché capovolgete la frittata con l’aiuto di un piatto (13) e trasferitela di nuovo in padella (14). Fate cuocere anche dall’altro lato per 7 minuti abbassando leggermente la fiamma. Trasferite la frittata di porri in un piatto da portata e servite (15)!

Conservazione

Consigliamo di servire la frittata di porri al momento.

Consiglio

Potete aggiungere dei tocchetti di caciocavallo per un tocco filante.

Vi è piaciuto questo abbinamento? Provatela anche in questa versione: porri e uova al forno!

,

Il crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici è un piatto che unisce sapori delicati e intensi in un’armoniosa combinazione. La croccantezza del pane tostato si sposa perfettamente con la morbidezza dell’uovo in camicia, il tartufo aggiunge un tocco di eleganza, mentre il sapore unico delle alici completa questo piatto! Un’idea originale, facile e veloce da realizzare, perfetta da servire come antipasto o per un aperitivo! Questa ricetta conquisterà il palato degli ospiti più esigenti grazie a ingredienti selezionati con cura e a una presentazione semplice, ma impeccabile! Preparatevi a stupire e deliziare con questo capolavoro gastronomico, il tuorlo fondente garantisce l’effetto WOW… con questo piatto conquisterete proprio tutti!Scoprite altri crostoni da proporre:

Crostoni burro e sardine
Crostone con verdure e formaggio
Crostone con zucca grigliata e robiola
Crostoni al formaggio

 ,

Categoria: Antipasti

Ingredienti

Pane 4 fette ai semi
Acciughe (alici) 8 filetti dolci del Cantabrico
Crema di tartufo 40 g nero
Uova 4
Aceto di vino bianco 10 g
Maggiorana q.b.
Sale grosso q.b.

Preparazione

Crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici, passo 1

Per preparare il crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici come prima cosa realizzate le uova in camicia. Riempite un tegame capiente con l’acqua lasciando 4-5 cm dal bordo. Accendete il fuoco moderato, poi versate il sale grosso (1) e l’aceto di vino bianco (2). Quando il sale si sarà sciolto e l’acqua inizerà a bollire leggermente (non deve bollire con veemenza), abbassate la fiamma e con un cucchiaio mescolate sempre nello stesso verso per creare un vortice nell’acqua (3). 

Crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici, passo 2

Rompete un uovo in una ciotolina e versatelo al centro del vortice (4), con un cucchiaio cercate di raccogliere l’albume attorno al tuorlo. Lasciate cuocere l’uovo per 2 minuti, senza mescolare o muovere l’uovo: dopo 2 minuti otterrete un tuorlo liquido, se preferite potete prolungare leggermente il tempo di cottura. Scolate delicatamente l’uovo con l’aiuto di una schiumarola (5) e adagiatelo su un vassoio con carta assorbente (6). Ripetete questa operazione per tutte le altre uova.

Crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici, passo 3

Intanto che preparate le uova sistemate le fette di pane su una teglia, aggiungete un filo d’olio su ciascuna (7) e tostatele in forno ventilato a 220° per circa 5 minuti (8). A questo punto sistemate in un piatto un crostone e adagiate sopra un uovo in camicia (9). 

Crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici, passo 4

Aggiungete dei ciuffetti di crema al tartufo (10), 2 filetti di alici (11) e delle foglioline di maggiorana. Procedete nello stesso modo per comporre anche gli altri e servite il vostro crostone di pane con uovo in camicia, tartufo e alici (12)!

Conservazione

Consigliamo di servire subito i crostoni di pane con uovo in camicia, tartufo e alici.

Consiglio

È consigliato utilizzare uova freschissime, così l’albume sarà più facile da raccogliere intorno al tuorlo.

,

Le fettuccine con salsa al prezzemolo e alici sono un primo piatto caratterizzato da sapori freschi e colori vivaci. Le fettuccine all’uovo, avvolte in una salsa al prezzemolo, regalano un tocco cremoso e vellutato che arricchisce ogni morso con un intenso profumo erbaceo. Le acciughe del Cantabrico, con la loro sapidità equilibrata, completano il piatto come una guarnizione pregiata, aggiungendo un tocco di complessità e profondità al gusto. Questo condimento, oltre ad essere genuino, si distingue per la sua semplicità e bontà straordinaria. Deliziatevi con le nostre fettuccine con salsa al prezzemolo e alici e scoprite altre varianti di primi piatti con le acciughe:

Pasta con crema di acciughe
Spaghetti alla puttanesca
Pasta con pomodorini e alici,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

Fettuccine all’uovo 320 g
Peperoncino secco 0,5 cucchiaini
Aglio 1 spicchio
Acciughe (alici) 8 filetti dolci del Cantabrico
Pepe nero q.b.
Sale fino q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

per la salsa al prezzemolo

Prezzemolo 80 g
Olio extravergine d’oliva 50 g
Sale fino q.b.

Preparazione

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 1

Per preparare le fettuccine con salsa al prezzemolo e alici ponete sul fuoco una pentola colma di acqua salata (1) e portate al bollore. Lavate il prezzemolo e separate i gambi dalle foglie. Versate le foglie del prezzemolo nella pentola (2) e sbollentatele per qualche minuto (3).

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 2

Trasferitele in acqua e ghiaccio (4) per raffreddarle e al tempo stesso preservarne il colore. Poi scolatele e conservate l’acqua filtrata, quindi versatele in un boccale alto e stretto (5), salate (6) e versate 50 g di olio evo e 200 g di acqua appena filtrata.  

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 3

Frullate con un mixer a immersione (7) per ottenere una salsa liscia e semiliquida (8) e tenete da parte. In una padella versate un giro d’olio e lo spicchio d’aglio (9).

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 4

Unite anche i gambi del prezzemolo (10) e rosolate per insaporire, sfumate con acqua calda (11) poi eliminate i gambi (12).

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 5

Aggiungete il pepe al fondo di cottura (13) e tenete da parte. Lessate le fettuccine in acqua bollente e salata (14), a 3 minuti dalla fine della cottura, scolate la pasta (15). 

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 6

Versate le fettuccine nella padella, aggiungendo mezzo mestolo di acqua di cottura (16), il peperoncino secco (17) e la salsa verde al prezzemolo (18). 

Fettuccine con salsa al prezzemolo e alici, passo 7

Mantecate e rimestate con una pinza da cucina (19) fino a quando la pasta risulterà ben amalgamata e cremosa. Servite la pasta con due filetti interi di alici del Cantabrico (20). Le fettuccine con salsa al prezzemolo e alici sono pronte per essere portate in tavola (21).

Conservazione

Le fettuccine con salsa al prezzemolo e alici si conservano per un giorno in frigorifero. Potete preparare in anticipo la salsa al prezzemolo e conservarla in frigo. 

Consiglio

Se amate realizzare la pasta fatta in casa potete preparare le fettuccine fresche seguendo la nostra ricette della pasta fresca all’uovo.

,

I paccheri, detti anche schiaffoni, sono il formato di pasta ideale per raccogliere condimenti ricchi e succulenti! Se state cercando un primo piatto da leccarsi i baffi, quindi, questa è la ricetta per voi: paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici. I carciofi, ortaggi protagonisti della primavera, vengono spadellati con l’aggiunta di alici piccanti sott’olio per una marcia di sapore in più. Nel piatto avviene poi l’incontro con la cremosità della fonduta di formaggio, che rende il tutto irresistibilmente appetitoso. Portate in tavola i paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici e vedrete che faranno a gara per finirli!
Non perdetevi anche questi primi piatti con i carciofi:

Paccheri con carciofi alla carbonara
Pasta ai carciofi
Sedani rigati alla crema di carciofi

 ,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

Paccheri 320 g
Carciofi 600 g (da pulire)
Acciughe (alici) 8 filetti piccanti (con la loro salsa)
Aglio 1 spicchio
Prezzemolo 1 ciuffo
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.

Per la crema di pecorino

Pecorino romano 150 g (da grattugiare)
Panna fresca liquida 150 g
Latte intero 50 g
Noce moscata 1 pizzico

Preparazione

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 1

Per realizzare i paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici per prima cosa pulite i carciofi: rimuovete le foglie esterne più dure fino ad arrivare al cuore (1), poi tagliate via le punte (2) e arrotondate la base con uno spelucchino (3).

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 2

Separate i gambi dalle teste (4). Pelate i gambi con un pelaverdure e tagliateli a listarelle. Dividete le teste a spicchi ed eliminate la barbetta (5), poi tagliateli a fettine molto sottili (6). Mettete i carciofi puliti in acqua acidulata per evitare che si anneriscano.

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 3

In una padella fate insaporire l’olio a fuoco dolce con uno spicchio di aglio, i gambi di prezzemolo (7) e 4 filetti di alici (8). Quando le alici si saranno sciolte aggiungete i carciofi (9).

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 4

Saltate a fiamma vivace per qualche minuto mescolando spesso (10), fino a quando risulteranno ammorbiditi (11). Nel frattempo portate a bollore una pentola di acqua salata e cuocete i paccheri per il tempo indicato sulla confezione (12).

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 5

Scolate i paccheri al dente e trasferiteli nella padella con i carciofi (13), poi saltate il tutto aggiungendo un po’ di acqua di cottura della pasta al bisogno (14). Spegnete il fuoco e profumate con il prezzemolo tritato (15).

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 6

A questo punto preparate la fonduta: versate in un pentolino la panna, il latte e il pecorino grattugiato (16), poi scaldate per qualche minuto mescolando continuamente (17). Quando avrete ottenuto una crema liscia e omogenea spegnete il fuoco e aromatizzate con la noce moscata (18).

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 7

Siete pronti per impiattare: distribuite la crema di pecorino sulla base del piatto (19), poi aggiungete i paccheri con i carciofi spadellati (20) e guarnite con un filetto di alici per ogni piatto (21). 

Paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici, passo 8

Emulsionate la salsa delle alici sott’olio (22) e versate qualche goccia sopra il filetto (23). I vostri paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici sono pronti per essere serviti (24)!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito i paccheri con carciofi, crema di pecorino e alici.

Consiglio

Potete insaporire i carciofi con delle olive taggiasche oppure guarnire il piatto con delle briciole di pane tostato!

,

La primavera porta con sé tante verdure buone e colorate, da usare in cucina per realizzare una grande varietà di ricette! Ed è proprio così che nasce la nostra pasta primavera, un primo piatto ricercato e diverso dal solito! Potrete incuriosire i vostri ospiti con la crema di topinambur, un tubero che ricorda un po’ le patate, dal sapore di carciofo, che si può mangiare crudo o cotto! Aggiungerete un tocco di colore con le taccole, regine di questa stagione, insieme ai piselli… immancabili! Un bel soffritto a base di cipollotto e un pizzico di peperoncino per una spinta in più e le vostre linguine saranno pronte in men che non si dica. Realizzate anche voi questa pasta primavera e servitela per un’occasione speciale, sarà un’ottima proposta vegetariana… e non dimenticate le foglioline di menta per un profumo davvero unico!Ecco altre ricette primaverili da non perdere:

Pennette primavera
Uova primavera
Risotto primavera
Focaccia primavera
Frittata primavera

 ,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

Linguine 320 g
Taccole 200 g (o piattoni)
Pisellini 100 g
Cipollotto fresco 60 g
Peperoncino fresco 1
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.

Per la crema di topinambur

Topinambur 300 g
Acqua 100 g
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Menta q.b. (facoltativa)

per decorare

Topinambur q.b.
Menta q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

Pasta primavera, passo 1

Per preparare la pasta primavera mettete a bollire il topinambur con la buccia in acqua bollente (1), fino a che non sarà completamente cotto e ammorbidito; ci vorranno circa 30 minuti. Nel frattempo passate al cipollotto; eliminate le radici (2) e la parte verde più scura, poi affettatelo sottilmente (3).

Pasta primavera, passo 2

Lavate le taccole e tagliatele a losanghe sottili (4). In una padella antiaderente versate un filo d’olio e fate soffriggere un peperoncino fresco tagliato a metà insieme al cipollotto (5); quando inizierà ad appassire aggiungete le taccole (6) e un pizzico di sale.

Pasta primavera, passo 3

Saltatele a fuoco vivace per circa 5 minuti, poi togliete il peperoncino (7) e aggiungete i piselli (8). Proseguite la cottura ancora per un minuto, poi spegnete il fuoco. Intanto scolate il topinambur e sbucciatelo da caldo, sarà più facile (9).

Pasta primavera, passo 4

Trasferite il topinambur sbucciato in un contenitore alto e stretto (10), poi aggiungete olio (11), sale, pepe e i 100 g di acqua. Se desiderate potete aromatizzare con qualche fogliolina di menta fresca (12).

Pasta primavera, passo 5

Frullate bene con un mixer ad immersione per ottenere una crema (13) e tenete da parte. Cuocete le linguine in acqua bollente, salata a piacere (14). Intanto sbucciate il topinambur per la decorazione e tagliatelo a rondelle sottili che condirete con un goccio d’olio (15).

Pasta primavera, passo 6

Scolate la pasta al dente e trasferitela direttamente nella padella con le verdure (16); aggiungete poca acqua di cottura (17), saltate e mantecate con un filo l’olio. Impiattate sistemando sulla base del piatto un paio di cucchiaiate di crema di topinambur (18).

Pasta primavera, passo 7

Posizionate sopra un nido di linguine, le verdure (19), le fettine di topinambur crudo (20) e decorate con foglioline di menta fresca. La vostra pasta primavera è pronta per essere servita (21)!

Conservazione

Consigliamo di consumare la pasta primavera al momento. 

La crema di topinambur si può preparare con un giorno d’anticipo e conservare in frigorifero.

Consiglio

Se preferite potete ridurre il peperoncino a fettine e lasciarlo all’interno della pasta. 

Al posto delle taccole in inverno potete usare cime di rapa, verza o cavolo nero!

,

La primavera è arrivata e va celebrata a dovere… facciamolo con un ricco primo piatto a base di verdure e formaggio: il rotolo di crespelle con asparagi e spinaci! Abbiamo sostituito la pasta fresca con delle crepe leggermente più spesse, ideali per avvolgere il morbido ripieno di asparagi, porri e spinaci arricchito con ricotta e taleggio. Il rotolo verrà poi tagliato a fette per ottenere delle girelle da gratinare al forno. Un’idea sfiziosa e originale che soddisferà l’appetito di tutti, perfetta per riunire la famiglia a tavola per il pranzo della domenica o delle feste. Con il rotolo di crespelle con asparagi e spinaci l’arrivo della bella stagione non è mai stato così gustoso!
Provate anche queste varianti:

Rotolo di crespelle con zucchine
Cannelloni di crespelle
Rotolini di crepe ripieni
Crespelle primavera

 ,

Categoria: Primi piatti

Per 8 crespelle

Latte intero 500 g
Farina 00 250 g
Uova 3
Burro 40 g
Burro q.b. per ungere la padella

Per le verdure

Asparagi 400 g (da pulire)
Spinaci 300 g
Porri 150 g
Aglio 1 spicchio
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

per la crema di ricotta

Ricotta vaccina 500 g
Scorza di limone q.b.
Timo q.b. fresco

Per farcire

Taleggio 200 g
Pecorino 50 g (da grattugiare)
Burro q.b.

Preparazione

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 1

Per realizzare il rotolo di crespelle con asparagi e spinaci per prima cosa preparate l’impasto delle crepe: fate sciogliere i 40 g di burro in un pentolino (o in microonde) e lasciate intiepidire, nel frattempo sbattete le uova in una ciotola (1). Aggiungete il latte (2) e mescolate con una frusta, poi versate il burro fuso intiepidito (3) e amalgamate ancora.

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 2

Setacciate la farina nella ciotola (4) e mescolate accuratamente per evitare la formazione di grumi (5). Coprite con pellicola e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti (6).

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 3

Intanto occupatevi delle verdure del ripieno: eliminate la parte più dura del gambo degli asparagi spezzandoli con le mani (7), poi tagliateli a rondelle (8). Mondate il porro e affettatelo sottilmente (9).

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 4

In una padella capiente fate insaporire l’olio con uno spicchio d’aglio, poi aggiungete gli asparagi (10). Salate, pepate (11) e rosolate per 5 minuti a fuoco medio-alto, poi unite i porri (12).

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 5

Dopo 5 minuti aggiungete anche gli spinaci (13), abbassate la fiamma, coprite col coperchio (14) e cuocete ancora per pochi minuti. Quando gli spinaci saranno appassiti, eliminate l’aglio (15) e tenete da parte.

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 6

Trascorso il tempo di riposo, riprendete l’impasto dal frigorifero e cuocete le crespelle: scaldate un’ampia padella antiaderente e ungetela, poi versate un paio di mestoli al centro (16). Ruotate la padella in modo che l’impasto si distribuisca uniformemente su tutta la superficie e cuocete per circa 2 minuti a fuoco medio-basso. Quando i bordi iniziano a staccarsi (17) girate delicatamente la crepe con una spatola e cuocete per 2 minuti anche dall’altro lato. Man mano che le crespelle saranno pronte impilatele su un vassoio e tenetele da parte (18); con queste dosi dovreste ottenere 8 crespelle spesse circa 4 mm, del diametro di 18 cm.

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 7

Passate alla crema di ricotta: schiacciate la ricotta con una forchetta in una ciotola (19), poi aromatizzate con il timo e la scorza di limone grattugiata (20). Amalgamate bene (21) e tenete da parte.

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 8

Siete pronti per assemblare il rotolo di crespelle: stendete 2 fogli di pellicola sul piano di lavoro, sovrapponendoli leggermente. Adagiate le crespelle sulla pellicola e sovrapponetele così da formare una sorta di rettangolo (22). Spalmate la ricotta su tutta la superficie, lasciando liberi i bordi (23). Distribuite le verdure sullo strato di ricotta (24).

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 9

In ultimo aggiungete il taleggio a pezzettini (25). A questo punto iniziate ad arrotolare il rettangolo di crespelle dal lato più corto, aiutandovi con la pellicola e stringendolo il più possibile (26). Ripiegate le estremità e sigillate il rotolo ottenuto (27), poi riponetelo in frigorifero per almeno 40 minuti.

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 10

Trascorso il tempo di rassodamento, eliminate la pellicola e tagliate il rotolo a fette dello spessore di circa 3 cm (28); dovreste ottenerne circa 12. Disponete le fette una accanto all’altra in una o più teglie, poi spolverizzate con il pecorino grattugiato (29) e con le foglioline di timo (30).

Rotolo di crespelle con asparagi e spinaci, passo 11

Infine aggiungete dei fiocchetti di burro (31) e cuocete in forno statico preriscaldato a 220° per 15 minuti, dopodiché azionate il grill e proseguite la cottura per altri 5 minuti (32). Quando la superficie sarà bella gratinata, sfornate e servite il vostro rotolo di crespelle con asparagi e spinaci (33)!

Conservazione

Il rotolo di crespelle con asparagi e spinaci già cotto si può conservare in frigorifero per un giorno, in un contenitore ermetico.

L’impasto delle crepe si può conservare in frigorifero fino a un massimo di 12 ore.

Le crespelle si possono cuocere in anticipo e conservare in frigorifero fino a 2 giorni, coperte con pellicola.

Si consiglia di non assemblare il rotolo con tanto anticipo perché il ripieno rischierebbe di inumidire troppo le crespelle. E’ preferibile piuttosto cuocerlo in anticipo e poi riscaldarlo al momento di servirlo.

Consiglio

Potete personalizzare il ripieno con le verdure di stagione che preferite!

Se non gradite il taleggio potete sostituirlo con un altro formaggio altrettanto cremoso e saporito, come per esempio il brie.

,