La cottura al cartoccio è una tecnica molto semplice, ideale per esaltare al meglio i sapori e profumi di ciò che è contenuto all’interno. La ricetta dei filetti di salmone al cartoccio è un’ottima alternativa alla classica orata, altrettanto gustosa e genuina: tutte le sostanze nutritive infatti vengono preservate e i succhi rilasciati dal pesce contribuiscono a mantenerlo morbido e succulento. Noi abbiamo aggiunto cipolle rosse, olive e pomodorini per un secondo piatto dall’aroma mediterraneo, ma voi potrete personalizzarlo con i vostri ingredienti preferiti… dopo mezz’ora al forno, i filetti di salmone al cartoccio saranno pronti per essere serviti!,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Filetto di salmone 800 g (4 pezzi)
  • Cipolle rosse 2
  • Olive taggiasche 24
  • Pomodorini ciliegino 5
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Filetti di salmone al cartoccio, passo 1

Per preparare i filetti di salmone al cartoccio, per prima cosa eliminate eventuali spine con l’aiuto di una pinzetta da cucina (1). Mondate e affettate sottilmente le cipolle (2), poi tagliate i pomodorini a rondelle (3).

Filetti di salmone al cartoccio, passo 2

Posizionate sul piano di lavoro 4 fogli di alluminio e coprite ciascuno con un foglio di carta forno (4). Distribuite le cipolle al centro di un foglio e condite con un pizzico di sale (5). Adagiate un filetto di salmone sopra alle cipolle e condite anch’esso con sale e pepe (6).

Filetti di salmone al cartoccio, passo 3

Aggiungete 6 olive (7) e distribuite qualche pomodorino a fette in superficie (8), salate leggermente e condite con un filo di olio (9).

Filetti di salmone al cartoccio, passo 4

Chiudete il cartoccio sollevando prima i lembi di carta forno (10) e ripiegando i lati per ottenere un pacchetto ben sigillato (11), poi fate lo stesso anche con il foglio di alluminio (12). Preparate in questo modo anche gli altri 3 filetti di salmone.

Filetti di salmone al cartoccio, passo 5

Trasferite il cartoccio in una teglia (13) e cuocete in forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 30-35 minuti. Una volta cotti, guarnite con il prezzemolo tritato (14) e servite i vostri filetti di salmone al cartoccio (15)!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito i filetti di salmone al cartoccio. Se dovessero avanzare potete conservarli in frigorifero per massimo 2 giorni.

Consiglio

Potete sostituire il prezzemolo con timo o maggiorana e aggiungere dei grani di pepe rosa!

,

Autunno: tempo di nocciole! E quale può essere il modo più dolce per gustarle se non preparando una morbida torta? Ancor meglio se è una torta nocciole e cioccolato! Si tratta di un dolce soffice arricchito con scaglie di cioccolato fondente. Non abbiamo resistito al richiamo di questo goloso connubio di sapori, già proposto in dessert come le mini capresi, raffinate mono porzioni da servire come fine pasto, o nella maestosa ciambella con crema di nocciole, da riservare alle occasioni speciali. Scoprite quanto è facile realizzare la nostra torta nocciole e cioccolato!,

Categoria: Dolci

Ingredienti per uno stampo da 22 cm

  • Farina di nocciole 165 g
  • Cioccolato fondente 200 g
  • Burro 150 g (ammorbidito)
  • Farina 00 140 g
  • Zucchero 100 g
  • Uova 106 g (circa 2, a temperatura ambiente)
  • Sale fino 1 pizzico
  • Lievito in polvere per dolci 8 g
  • Baccello di vaniglia 1

Preparazione

Torta nocciole e cioccolato, passo 1

Per preparare la torta nocciole e cioccolato iniziate a tritare il cioccolato fondente grossolanamente e tenetelo da parte (1). In una ciotola versate il burro morbido, lo zucchero (2), i semi di una bacca di vaniglia (3) e il pizzico di sale.

Torta nocciole e cioccolato, passo 2

Lavorate con le fruste elettriche fino a ottenere una consistenza a pomata (4). Versate anche le uova una alla volta e continuate a impastare (5). Ora versate anche la farina di nocciole (6).

Torta nocciole e cioccolato, passo 3

Mescolate ancora con le fruste (7) per incorporarla. In una ciotola a parte setacciate attraverso un colino la farina 00 (8) e il lievito (9).

Torta nocciole e cioccolato, passo 4

Ora incorporate poco alla volta con un cucchiaio le polveri setacciate (10). Togliete le fruste, versate il cioccolato tritato (11) e mescolate con una spatola. Versate il composto in una tortiera del diametro di 22 cm foderata di carta forno (12).

Torta nocciole e cioccolato, passo 5

Livellate bene la superficie con una spatola (13) e cuocete in forno già caldo a 180° per 30 minuti, quindi abbassate la temperatura 170° e proseguite la cottura per altri 10 minuti.  Sfornate la torta nocciole  e cioccolato (14) e lasciatela intiepidire prima di sformarla e servirla (15).

Conservazione

La torta nocciole e cioccolato si conserva sotto una campana di vetro per 2-3 giorni. Si può congelare per circa1 mese, anche porzionata, per poi scongelare al bisogno.

Consiglio

Se non avete la farina di nocciole potete frullare la stessa dose di nocciole con poco zucchero fino a ottenere un comnposto fine. Potete usare anche del cioccolato al latte in alternativa  aquello fondente.

,

Cosa preparerete nella notte più spaventosa dell’anno? Se siete alla ricerca di una decorazione “da urlo” la torta di halloween è quello che fa al caso vostro! Halloween è una festività che sta spopolando sempre più anche in Italia, dove vengono preparate squisite torte. Questo dolce è composto da una soffice torta alla zucca divisa in due per ottenere uno strato chiaro e uno al cioccolato. Scoprirete all’interno una farcitura con abbondante crema al formaggio e confettura di fragole. Grazie alla decorazione che vi proponiamo oggi otterrete una drip cake di Halloween, spaventosa al punto giusto e molto colorata, adatta anche ai più piccoli. Basterà avere un po’ di dimistichezza con il sac-à-poche per realizzare i fantasmini di meringa che completeranno il dolce! 
E per arricchire la tavola in questa notte così speciale, vi consigliamo di provare anche la torta zucca di halloween, il rotolo dolce e le dolci tombe! ,

Categoria: Dolci

Ingredienti per le due basi da 20 cm

  • Farina 00 300 g
  • Farina di mandorle 100 g
  • Zucca butternut 500 g
  • Latte intero 100 g a temperatura ambiente
  • Uova 110 g (circa 2 medie) a temperatura ambiente
  • Zucchero di canna 200 g
  • Olio di semi 100 g
  • Lievito in polvere per dolci 16 g
  • Cioccolato fondente al 55% 100 g

per la farcia

  • Confettura di fragole 120 g
  • Formaggio fresco spalmabile 250 g
  • Panna fresca liquida 200 g
  • Miele millefiori 50 g

per la ganache

  • Cioccolato bianco 200 g
  • Panna fresca liquida 150 g
  • Coloranti alimentari 0.5 cucchiaini (verde in polvere, liposolubile)

per i fantasmini di meringa

  • Albumi 100 g
  • Zucchero 200 g
  • Acqua 50 g
  • Cioccolato fondente 20 g

Come preparare i due strati di torta

Torta di halloween, passo 1

Per preparare la torta di halloween come prima cosa occupatevi dell’impasto di base. Pulite la zucca e tagliatela a cubetti, dovrete ottenerne 500 g. Trasferite quindi la zucca in un contenitore dai bordi alti (1) e aggiungete l’olio (2) e il latte (3). 

Torta di halloween, passo 2

Frullate il tutto con un mixer ad immersione (4) sino ad ottenere una crema liscia ed omogenea (5). A questo punto tritate grossolanamente il cioccolato fondente e scioglietelo in microonde o a bagnomaria, fate intiepidire. In un’altra ciotola abbastanza capiente versate le uova e lo zucchero di canna (6).

Torta di halloween, passo 3

Lavorate con le fruste elettriche (7), sino ad ottenere un composto spumoso. Adesso aggiungete anche la crema di zucca (8) e lavorate con le fruste per un minuto, fino a che non sarà ben amalgamata. Aggiungere al composto la farina 00 (9), 

Torta di halloween, passo 4

la farina di mandorle (10) ed il lievito (11). Lavorare con le fruste elettriche a velocità bassa (12), 

Torta di halloween, passo 5

sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo (13). Dividete l’impasto in due parti uguali (14) e aggiungete ad una di esse il cioccolato fondente precedentemente sciolto, ormai tiepido (15). 

Torta di halloween, passo 6

Mescolate con una frusta a mano sino ad ottenere un impasto omogeneo (16). Rivestite con la carta forno due stampi a cerniera da 20 cm di diametro. Versate in uno l’impasto bianco (17) e nell’altro quello al cioccolato (18). 

Torta di halloween, passo 7

Cuocete in forno statico a 180° per 45 min. Verificate la cottura delle torte con uno stecchino e sfornatele (19) (20). Lasciatele intiepidire poi capovolgetele su una gratella e lasciatele raffreddare completamente. 

Come preparare la meringa (per i fantasmini)

Torta di halloween, passo 8

Quando le basi saranno ben fredde preparate la meringa. Versate in un pentolino acqua e zucchero (1) e scaldate lo sciroppo fino a raggiungere i 121° (2). Quando lo sciroppo avrà raggiunto i 118° versate gli albumi nella ciotola della planetaria (3) e iniziateli a montare con la frusta.

Torta di halloween, passo 9

Quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura di 121° versatelo a filo sugli albumi (4) continuando a montare (5). Lavorate la meringa con la frusta sino a che non risulterà fredda (6). Conservate la meringa a temperatura ambiente fino all’utilizzo. La meringa potrà restare a temperatura ambiente per circa 1 ora, ovviamente dipende sempre dalla temperatura all’interno. In ogni caso consigliamo di conservarla in un luogo fresco ma non in frigorifero, con l’umidità tenderebbe comunque a smontarsi. 

Come farcire e ricoprire la torta

Torta di halloween, passo 10

A questo punto preparate la crema che servirà a farcie e ricoprire la torta. Versate in una ciotola il formaggio spalmabile, la panna (1) e il miele (2). Lavorate con le fruste elettriche fino ad ottenere una consistenza cremosa (3). 

Torta di halloween, passo 11

Posizionate su un piatto da portata il disco di torta al cioccolato (4), se dovesse essere necessario potete livellallarlo con un coltello a sega. Trasferite la crema appena ottenuta in una sacca da pasticcere con bocchetta da 1 cm (5) e realizzate un cerchio di crema su tutta la circonferenza della torta (6). 

Torta di halloween, passo 12

Con un cucchiaio sistemate la confettura al centro della crema (7) e livellatela bene (8). Ricoprita poi la confettura con un altro strato di crema al formaggio (9).

Torta di halloween, passo 13

Se dovesse essere necessario livellate anche il secondo disco di torta, quello bianco, e ponetelo sulla crema (11). Pressate leggermente con le mani per farlo aderire, poi con una spatola livellate bene la crema che sarà un po’ fuoriuscita spargendola sui bordi (11). Ricoprite quindi l’intera torta con la crema al formaggio rimasta, livellandola bene con una spatola (12). A questo punto riponete in frigorifero per 15-20 minuti. 

Come decorare la torta

Torta di halloween, passo 14

Mentre la torta è in frigo preparare la ganache per la copertura. Tritate il cioccolato bianco (1) e trasferitelo in una ciotola. Versate la panna in un pentolino (2) e portatela a bollore. Non appena la panna inizierà a bollire versatela sul cioccolato bianco (3). 

Torta di halloween, passo 15

Mescolate quindi con una marisa delicatamente (4), senza incorporare aria fino a che il cioccolato non si sarà completamente sciolto (5). A questo punto aggiungete il colorante in polvere liposolubile (6) e mescolate fino ad ottenere un colore omogeneo. Tenete da parte fino a che la ganache non sarà a temperatura ambiente. 

Torta di halloween, passo 16

Non appena la ganache sarà a temperatura ambiente riprendete la torta dal frigo. Aiutandovi con un cucchiaino lasciate colare un po’ di ganache sul bordo, in modo da formare la tipica colata da drip cake. Proseguite in questo modo su tutta la circonferenza. A questo punto versate al centro la ganache rimasta (7) e livellate con una spatola (8) (9). 

Torta di halloween, passo 17

Traferire la meringa in una sacca da pasticcere con bocchetta da 15 mm e realizzare i fantasmini. Per farlo basterà realizzare un unico ciuffo: premete per creare una base, sollevate leggermente la sacca e spingete di nuovo verso il basso per formare la parte centrale del fantasmino, quindi sollevate nuovamente e realizzate la parte della testa, lasciando un ciuffetto sottile (10). Con il cioccolato fuso realizzate gli occhi e la bocca dei fantasmini (11) concludendo la decorazione della torta di Halloween (12)!

Conservazione

La torta di Halloween si conserva in frigorifero per un paio di giorni ben coperta. 

La base si conserva sotto una campana di vetro per 2 giorni. Si puà congelare.

La crema della farcitura si conserva per un paio di giorni in frigo.

 

Consiglio

Aggiungete delle gocce di cioccolato o dei lamponi alla crema di formaggio! 

,

Difficile pensare a un ingrediente più versatile delle patate! Le patate al forno sono sicuramente il piatto più amato, ma non sono da meno le patate in padella che vi proponiamo qui. Otterrete sempre un interno morbido e una crosticina croccante… come? Scopritelo seguendo dosi e passaggi della ricetta, così da avere un contorno perfetto per i vostri secondi piatti di pesce o di carne: pollo e brasati in inverno o pesce alla griglia d’estate.
Se come noi vai pazzo per le patate, scopri anche il tortino di patate in padella o la classica frittata di patate!,

Categoria: Contorni

Ingredienti

  • Patate 650 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Rosmarino 3 rametti
  • Acqua 50 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

Patate in padella, passo 1

Per preparare le patate in padella per prima cosa pelate le patate (1). Tagliatele poi a spicchi (2). In una padella versate un filo d’olio e i due spicchi d’aglio (3) e scaldate a fuoco moderato.

Patate in padella, passo 2

Versate le patate (4), salate pepate e insaporite con il rosmarino (5). Coprite con l’acqua (6) e cuocete a fuoco basso per 20 minuti.

Patate in padella, passo 3

Girate delicatamente le patate con una pinza da cucina (7), proseguite a cuocere senza coperchio sempre a fiamma moderata, mentre verso fine cottura alzate la fiamma per dorarle meglio. Una volta che le patate in padalla saranno cotte, eliminate l’aglio (8) e servitele ben calde (9).

Conservazione

Consigliamo di consumare subito le patate in padella. Se dovessero avanzare, conservatele in frigo e scaldatele in padella o in forno prima di consumarle.

Consiglio

Se disponete di patate novelle potete evitare di sbucciarle, la loro buccia infatti è molto sottile e non è necessario eliminarla.

,

Oggi prepariamo insieme una golosa rivisitazione della torta della nonna, altrettanto buona e originale. La torta della nonna al pistacchio è composta da un friabile guscio di pasta frolla che racchiude un abbondante strato di crema al pistacchio. Un dolce casalingo perfetto da gustare in famiglia dopo un ottimo pranzo, un compleanno o una merenda sfiziosa. Le cose semplici sono sempre le migliori, ma basta poco per trasformarle in qualcosa di veramente speciale!E se avete apprezzato questa ricetta vi consigliamo di provare anche le altre varianti su tema: torta del nonno e plumcake della nonna! ,

Categoria: Dolci

Ingredienti per la frolla (per uno stampo da 26 cm)

  • Farina 00 450 g
  • Burro 200 g (freddo di frigo)
  • Uova 128 g (2 medie)
  • Zucchero 160 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Lievito in polvere per dolci 5 g

per la crema pasticcera al pistacchio

  • Latte intero 750 ml
  • Tuorli 72 g (circa 4)
  • Zucchero 270 g
  • Amido di mais (maizena) 100 g
  • Pasta di pistacchi 100 g

per decorare

  • Granella di pistacchi 20 g
  • Latte intero q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Torta della nonna al pistacchio, passo 1

Per preparare la torta della nonna al pistacchio come prima cosa realizzate la pasta frolla. In una ciotola versate la farina, il lievito (1) e lo zucchero (2). Aggiungete anche le uova (3) e un pizzico di sale. 

Torta della nonna al pistacchio, passo 2

Unite anche burro freddo tagliato a pezzetti (4) e impastate velocemente il tutto nella ciotola (5). Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, lavorate ancora pochi istanti su un piano e avvolgete il panetto ottenuto nella pellicola trasparente (6). Lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Torta della nonna al pistacchio, passo 3

Nel frattempo preparate la crema pasticcera al pistacchio. In un tegame versate l’amido, lo zucchero e il sale (7); aggiungete anche i tuorli e la pasta di pistacchi (8). A questo punto mescolando con una frusta versate il latte poco alla volta (9). 

Torta della nonna al pistacchio, passo 4

Amalgamate bene, quindi traferite il composto sul fuoco e mescolate di continuo (10) per alcuni minuti fino a che la crema non si sarà addensata (11). A questo punto trasferite in una ciotola e coprite con pellicola a contatto (12). Poi lasciate raffreddare a temperatura ambiente. 

Torta della nonna al pistacchio, passo 5

Quando la crema sarà ben fredda riprendete la frolla dal frigo e dividetela a metà. Stendete ciascuna delle due parti tra due fogli di carta forno, utilizzando un mattarello. Dovrete ottenere uno spessore di circa mezzo cm (13). A questo punto prendete una tortiera da 26 cm di diametro, imburratela ed infarinatela. Aiutandovi con la carta forno trasferite uno dei due dischi di frolla all’interno (14). Fate aderire bene la pasta ai bordi ed eliminate l’eccesso utilizzando un coltellino. Quindi bucherellate la base con i rebbi di una forchetta (15). 

Torta della nonna al pistacchio, passo 6

Versate all’interno la crema pasticcera al pistacchio (16), livellatela bene con una spatola (17) e chiudete con l’altro disco dopodiché sigillate i bordi pressandoli leggermente con le dita (18). In questo modo eliminerete anche l’eccesso di pasta. 

Torta della nonna al pistacchio, passo 7

Come ultimo passaggio bucherellate ancora con la forchetta la parte superiore della torta. Spennellate con il latte la superfice (19) e cospargete con la granella di pistacchi (20). Cuocete in forno statico preriscaldato a  180°C per 40-45 minuti. Una volta sfornata (21) fatela raffreddare completamente. Poi trasferitela in un piatto, spolverizzatela con lo zucchero a velo e servite.

Conservazione

Conservate la torta della nonna in frigo per un paio di giorni.

La frolla si può congelare per 1 mese.

La crema si può conservare in frigo per 2-3 giorni.

Consiglio

Al posto della pasta di pistacchi potrete utilizzare una crema spalmabile al pistacchio, ma dovrete diminuire la dose di zucchero della crema di circa 40 g. 

,

Amanti delle creme, fatevi avanti. Oggi vi mostriamo come preparare la crema al pistacchio, una golosa variante della crema pasticcera. Questa crema è perfetta da gustare al cucchiaio: potrete servirla in piccoli bicchierini aggiungendo gocce di cioccolato o granella di pistacchi. In alternativa potete utilizzarla per farcire tantissimi dolci, come dei piccoli bignè, un soffice pan di spagna o la torta della nonna. E se anche voi amate questo delizioso frutto, guardate tutte le nostre ricette con i pistacchi… siamo sicuri che non riuscirete a resistere e vorrete provarle tutte!   ,

Categoria: Dolci

Ingredienti

  • Latte intero 750 ml (a temperatura ambiente)
  • Tuorli 72 g (circa 4, a temperatura ambiente)
  • Zucchero 270 g
  • Amido di mais (maizena) 100 g
  • Sale fino q.b. (facoltativo)
  • Pasta di pistacchi 100 g

Preparazione

Crema al pistacchio, passo 1

Per preparare la crema al pistacchio in una pentola versate lo zucchero, la maizena (1), il sale (facoltativo) (2) e i tuorli (3). 

Crema al pistacchio, passo 2

Proseguite versando la pasta di pistacchi (4) e un po’ del latte a temperatura ambiente. Mescolate energicamente con una frusta, fino ad ottenere un composto liscio (6). Aggiungete quindi il latte rimasto

Crema al pistacchio, passo 3

e trasferite il composto sul fuoco (7). Mescolate di continuo per alcuni minuti fino a che la crema non si sarà addensata (8). A questo punto trasferite la crema in una ciotola, coprite con la pellicola a contatto (9) e lasciate raffreddare. 

Conservazione

La crema pasticcera al pistacchio si può conservare in frigorifero per 3 giorni al massimo.

Consiglio

Se non riuscite a reperire la pasta di pistacchi potete utilizzare una crema spalmabile al pistacchio. In questo caso dovrete ridurre la dose di zucchero e aggiungere la crema solo quando la vostra crema pasticcera sarà pronta. 

,

Uno dei grandi classici della domenica, il polpettone, diventa un secondo piatto ancora più gustoso e colorato: polpettone con verdure e formaggio! Come verdure vi raccomandiamo di scegliere sempre quelle di stagione, mentre il formaggio in cottura diventerà super filante e terrà le verdure ben unite tra loro. Fetta dopo fetta potrete soltanto innamorarvene! Un piatto per la domenica o da occasioni speciali che farà felici tutti a casa. E se vi state chiedendo cosa abbinare al polpettone con verdure e formaggio beh, inutile dirvi che il connubio perfetto è con le patate!
Se ami le verdure, scopri anche le polpette vegetariane!,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Manzo 1 kg macinato
  • Parmigiano Reggiano DOP 150 g
  • Uova 1
  • Pangrattato 100 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per il ripieno

  • Carote 120 g
  • Zucchine 100 g
  • Asparagi 100 g già puliti
  • Fagiolini 30 g già spuntati
  • Emmentaler 150 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

Polpettone con verdure e formaggio, passo 1

Per prepare il polpettone con verdue e formaggio cominciamo proprio dal ripieno. Dopo aver spuntato e sbucciato le carote tagliatele a bastoncini di circa 7-8 mm (1). Poi tagliate la parte più coriacea degli asparagi (2) e divideteli a metà (3).

Polpettone con verdure e formaggio, passo 2

Infine spuntate le zucchine e tagliate anche queste a bastoncini, più o meno dovranno avere tutti la stessa grandezza (4). A questo punto passate alla cottura. In una padella versate un giro d’olio e lasciate cuocere a fuoco medio per __ minuti (5). In un’altra padella cuocete insieme asparagi, zucchine e asparagi già spuntati, sempre con un goccio d’olio, per __ minuti (6).

Polpettone con verdure e formaggio, passo 3

A fine cottura risulteranno croccanti; mettete sia le carote che asparagi, fagiolini e zucchine da parte a raffreddare (7). Tagliate il formaggio a fette (8) e impastate il polpettone. In una ciotola versate la carne macinata e unite il formaggio grattugiato, l’uovo (9),

Polpettone con verdure e formaggio, passo 4

 il pangrattato (10), sale, pepe e iniziate a impastare (11). Lavorate per qualche minuto finché non avrete ottenuto un composto omogeneo (12).

Polpettone con verdure e formaggio, passo 5

Quindi stendete con le mani il composto su un foglio di carta forno ottenendo un rettangolo dello spessore o di __ cm x __ cm (13). Nel mezzo distribuite le verdure e il formaggio (14). Aiutatevi con la carta forno per arrotolare bene il tutto (15)

Polpettone con verdure e formaggio, passo 6

fino a ottenere la forma classica del polpettone. Lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti (16). Trascorso il tempo togliete la carta forno e sistemate il polpettone farcito su una leccarda con carta forno, ungete la superficie (17) e passate alla cottura: il polpettone ripieno cuoce in forno statico, preriscaldato in modalità statica a 180°, per circa 50 minuti. Ecco pronto il vostro polpettone con verdure e formaggio gustatelo ancora caldo (28)

Conservazione

Il polpettone con verdure e formaggio si può conservare in frigorifero per 2-3 giorni.

Se preferite potete anche congelarlo se avete utilizzato ingredienti freschi.

Consiglio

Se l’emmentaler non è il vostro formaggio preferito potete usarne uno a pasta filante di vostro gradimento. Che ne dite di asiago, provolone o scamorza? Il polpettone con verdure e formaggio può essere impreziosito da qualche erba aromatica a piacimento e magari della frutta secca sminuzzata come mandorle o noci.

,

Il sashimi è un piatto giapponese tra i più scenografici e apprezzati. Rispetto alle tipologie di sushi, come hosomaki, temaki, nigiri, uramaki che prevedono una base di riso nishiki, solitamente viene servito al piatto o in bowl solo pesce e molluschi freschissimi e crudi. Oltre a suggerirvi un viaggio nella splendida terra nipponica per provare il meraviglioso pesce crudo di Kanazawa o gustare un ottimo sashimi al vecchio mercato di Tokyo, vi spieghiamo come gustare al meglio questa pietanza in casa. Sai Fukayama ci mostra come tagliare il pesce controfibra, come decorare il piatto con ingredienti tipici nel rispetto della valorizzazione cromatica ed estetica giapponese e gustare questa prelibatezza ogni volta che lo desidererete!,

Categoria: Piatti Unici

Ingredienti

  • Branzino (spigola) 150 g abbattuto
  • Tonno 150 g abbattuto, pulito e rifilato
  • Salmone 150 g abbattuto, pulito e rifilato

per accompagnare

  • Salsa di soia q.b.
  • Wasabi q.b.
  • Wasabi q.b. (kizami)
  • Daikon q.b.
  • Alga Wakame 15 g

Preparazione

Sashimi, passo 1

Per il sashimi partiamo dalla pulizia del branzino. Noi lo abbiamo preso già eviscerato, senza testa e desquamato. Per ricavare 150 g di branzino necessari alla ricetta, puoi acquistare un filetto oppure ricavare dal branzino la parte necessaria come segue: dopo aver tolto la testa, eviscerato e squamato il pesce, rivolgete la pancia del pesce verso di voi e tagliate in modo da arrivare fino alla coda, seguendo l’osso centrale (1). Poi procedete con un taglio lungo tutto il dorso del pesce, sopra la pinna (2). Quindi portate la coda del pesce alla vostra destra ed eseguite lo stesso taglio sopra la pinna, dalla coda verso la testa. Tagliate fino alla base della coda per ricavare un filetto (3).

Sashimi, passo 2

Girate il branzino con la polpa poggiata sul tagliere ed eseguite lo stesso taglio per ottenere anche il secondo filetto (4). Pulite il filetto superiore dalla parte eliminando la parte più esterna (5), togliete le lische con una pinzetta se presenti (6).

Sashimi, passo 3

Rimuovete la pelle facendo scorrere la lama tra polpa e la pelle stessa, a partire dalla coda (7) (8). Passate il filetto in una ciotola con acqua, ghiaccio e sale fino (9), sfregatelo delicatamente con le mani, in modo da eliminare il grasso in eccesso.

Sashimi, passo 4

Tamponate con cura con un panno usa e getta asciutto (10). Ora potete ricavare 10 fette di branzino, ciascuna da 15 g circa. Dovrete tagliare in maniera obliqua, controfibra (11). Ricavate 10 fette anche dal tonno (12)

Sashimi, passo 5

e dal filetto di salmone, sempre fette dello stesso spessore e peso (13) (14). Per ogni piatto da portata potete adagiare 2 fette di ciascuna tipologia di pesce sul daikon. Sempre su ogni piatto da portata potete aggiungere del wasabi fresco, del kizami wasabi e alghe wakame. Il vostro sashimi è pronto, da consumare subito (15).

Conservazione

Il sashimi va consumato appena pronto.

 

Consiglio

Potete arricchire il piatto di sashimi con 15 g di alghe wakame messe in ammollo in 1 l di acqua fredda per 4 minuti.

Il daikon potete tagliarlo a metà, ridurlo a fette e poi a striscioline.

Inoltre aggiungete anche del wasabi grattugiato fresco e kizami wasabi

Potete variare le tipologie di pesce: orata, polpo, crostacei, uova di salmone… la regola è sempre quella di costruire un piatto colorato ed esteticamente bello oltre che, ovviamente, buono!

 

 

,

L’albero pizza è un’idea divertente e appetitosa pensata per arricchire con gusto e fantasia i buffet delle feste. Un morbido impasto lievitato, preso in prestito dalla tradizionale pasta per la pizza, e una saporita farcia bigusto sapranno conquistare tutti i palati. La sua forma, simpatica e conviviale, ricorda il danubio veloce e lo rende un centrotavola natalizio ghiotto, tutto da mordere, ma anche un’idea soffice e golosa per un brindisi tra amici. Cogliete l’occasione per chiamare a raccolta i piccoli di casa e, una volta pronto l’impasto, l’albero prenderà forma in allegra compagnia!
E per concludere le feste in dolcezza provate anche i golosi alberelli brownies e lo scenografico alberello di biscotti!
 ,

Categoria: Lievitati

Ingredienti

  • Farina Manitoba 160 g
  • Farina 00 200 g
  • Acqua 230 g
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Sale fino 10 g
  • Lievito di birra secco 7 g
  • Zucchero 2 cucchiaini

per il ripieno

  • Spinaci 500 g
  • Ricotta vaccina 250 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Grana Padano DOP 80 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Noce moscata q.b.

per guarnire

  • Mandorle in scaglie q.b.
  • Grana Padano DOP q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

Albero pizza, passo 1

Per realizzare l’albero pizza per prima cosa iniziate a preparare l’impasto. In una ciotola larga versate le due farine (1), lo zucchero (2) e il lievito di birra secco (3).

Albero pizza, passo 2

Versate l’acqua a filo e iniziate a impastare con le mani (4). Incorporate anche l’olio (5), infine il  sale (6).

Albero pizza, passo 3

Impastate fino a quando le polveri non avranno assorbito tutti i liquidi, quindi trasferite l’impasto su una spianatoia e lavoratelo per circa 5 minuti. Pirlate l’impasto per formare un panetto liscio e omogeneo (8), trasferitelo in una ciotola, coprite con pellicola e lasciate lievitare per 2 ore a una temperatura di 26-28°.

Albero pizza, passo 4

Mentre l’impasto lievita, lavate gli spinaci, poi in una casseruola capiente versate un filo di olio, un spicchio di aglio (10) e aggiungete gli spinaci poco per volta (11). Cuocete a fuoco moderato con il coperchio (12) finchè non saranno completamente appassiti, ci vorranno pochi minuti.

Albero pizza, passo 5

Una volta pronti (13), scolateli e pressateli così che perdano tutto il loro liquido (14). In una ciotola versate la ricotta e il formaggio grattugiato (15).

Albero pizza, passo 6

Insaporite con sale (16), pepe e noce moscata (17) a piacere. Versate nella ricotta gli spinaci strizzati molto bene (18).

Albero pizza, passo 7

Mescolate per amalgamare il ripieno (19). Trascorso il tempo di lievitazione prendete l’impasto (20), stendetelo su una spianatoia, se preferite potete tenere sotto un foglio di carta da forno che vi faciliterà in seguito per arrotolarlo. Con un matterello stendete l’impasto per creare un rettangolo di 40×30 cm (21) .

Albero pizza, passo 8

Farcite con il ripieno lasciando intorno un bordo di 1 cm. Spolverizzate con del formaggio grattugiato (22) e spennellate il bordo con poca acqua (23), che vi aiuterà a sigillare la pasta. Arrotolate la sfoglia dal lato più lungo (24).

Albero pizza, passo 9

Fino a creare un rotolo ben compatto (25). Tenete conto che questo impasto è molto morbido e dovrete arrotolare con delicatezza. Con un coltello liscio tagliate via le estremità poco farcite, poi tagliate delle fette di circa 3 cm (26), dovete ottenere 11 fette (27). Dopo il taglio risulteranno un po’ schiacciate, quindi dovrete renderle nuovamente tondeggianti con una leggera pressione.

Albero pizza, passo 10

Adagiate le rondelle su una leccarda con carta forno così da formare l’albero, disponetele secondo l’immagine (28). Lasciate lievitare per circa 45-60 minuti senza coprire e a temperatura ambiente. Ora guarnite con le mandorle a lamelle, pepe e un filo d’olio (29). Cuocete in forno statico preriscaldate a 200° per 35 minuti. Trascorso il tempo di cottura lasciate intiepidire e servite (30).

Conservazione

L’albero pizza si conserva in frigo per un paio di giorni. Potete congelarlo dopo la cottura.

Consiglio

Cuocete a parte le estremità del rotolo scartate, diventeranno una ghiotta merenda! Potete farcire l’albero con altri stuzzicanti ripieni: prosciutto e provola, pomodoro e mozzarella sono solo alcuni degli appetitosi abbinamenti da provare!

,

I gingerbread cookies al cacao sono una versione davvero golosa e speziata dei tipici biscotti americani! Sono perfetti da preparare a casa nel periodo delle feste insieme a tutta la famiglia! Il loro profumo e il loro gusto ricorda proprio quello dei biscotti di pan di zenzero, ma per realizzarli non avrete bisogno della classica formina ad omino, basterà utilizzare uno spallinatore, per ottenere la tipica forma dei cookies. Potrete gustarli con una tazza di tè caldo o per i più golosi anche della cioccolata calda accompagnerà benissimo questi biscotti. Aromatizzati con noce moscata, cannella e zenzero i gingerbread cookies sprigioneranno in casa il profumo delle feste e i pezzetti di cioccolato incastonati all’interno dei biscotti alzeranno il morale alle stelle anche nei giorni più freddi! Prepararli è davvero semplice, vediamo insieme come fare! ,

Categoria: Dolci

Ingredienti per 12 cookies

  • Farina 00 185 g
  • Zucchero 140 g
  • Zucchero di canna 140 g
  • Uova 110 g (circa 2)
  • Burro 140 g
  • Cacao amaro in polvere 40 g
  • Noce moscata q.b.
  • Cannella in polvere q.b.
  • Zenzero in polvere q.b.
  • Sale fino 1 pizzico

per decorare

  • Cioccolato fondente 80 g
  • Zucchero a velo q.b.
  • Cacao amaro in polvere q.b.

Preparazione

Gingerbread cookies al cacao, passo 1

Per preparare i cookies al cacao come prima cosa fondete il burro e lasciatelo intiepidire. Tritate il cioccolato fondente a pezzi grossolani (1) e tenetelo da parte. In una ciotola unite i due tipi di zucchero (2), aggiungete le uova (3)

Gingerbread cookies al cacao, passo 2

e montate con le fruste elettriche per pochi minuti (4). Quando avrete ottenuto un composto chiaro (5) aggiungete il burro fuso ormai tiepido (6). 

Gingerbread cookies al cacao, passo 3

Poi sempre con le fruste in azione versate anche la farina poca per volta (7), il cacao amaro (8), la punta di un cucchiaino di zenzero in polvere (9), 

Gingerbread cookies al cacao, passo 4

la punta di un cucchiaino di noce moscata (10), la punta di un cucchiaino di cannella (11) e il sale (12). 

Gingerbread cookies al cacao, passo 5

Amalgamate il tutto con le fruste (13). Rivestite due teglie con carta forno e, con l’aiuto di uno spallinatore da gelato, prelevate delle porzioni d’impasto (14) e distanziandole bene disponetene 6 in ciascuna teglia. Considerate che i biscotti in cottura si allargheranno molto. Riprendete il cioccolato tritato e disponetelo sui vostri biscotti (15). Fate riposare i biscotti in frigo per circa trenta minuti.

Gingerbread cookies al cacao, passo 6

A questo punto cuoceteli in forno statico preriscaldato a 190° per 18 minuti, avendo cura d’infornare una teglia alla volta per garantire una cottura uniforme. Una volta sfornati (16), aspettate qualche minuto, poi trasferiteli su una gratella e lasciateli raffreddare completamente. Spolverizzate con cacao amaro (17) e serviteli (18).

Conservazione

Potete conservare i cookies in una scatola di latta, per 4-5 giorni al massimo.

Consiglio

Se non avete uno spallinatore a disposizione potete usare un cucchiaio o formare le palline a mano! Aggiungete dei pezzetti di zenzero candito in superficie!

,