Siamo pronti a rendere la vostra notte di Halloween davvero spaventosa… preparatevi a mettere le mani in pasta, prepariamo insieme i donuts vampiro. Le classiche ciambelline americane si travestono per partecipare alla festa di halloween, la merenda non sarà la solita e il vostro buffet stupirà tutti i vostri ospiti. Questi donuts sono davvero soffici e ricoperti dalla glassa o dal cioccolato, piaceranno a grandi e piccini. Grazie all’impasto ben lievitato e alla giusta temperatura dell’olio otterrete una frittura asciutta e le ciambelline saranno leggerissime! Preparatene in abbondanza e decorateli con i più piccoli… sarà un vero divertimento! Ecco altre ricette di halloween che vi consigliamo di provare: 

cake pops fantasmini
biscotti bicolore cacao e zucca
fantasmini di marshmallow,

Categoria: Dolci

Ingredienti per 22 donuts

  • Farina 00 250 g
  • Farina Manitoba 250 g
  • Lievito di birra secco 21 g (con pasta madre, disidratati)
  • Latte intero 250 g
  • Burro 75 g morbido
  • Zucchero 70 g
  • Uova 110 g (2 medie)
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
  • Sale fino 6 g

per decorare

  • Cioccolato fondente 200 g
  • Marmellata di lamponi q.b.

per la glassa al latte

  • Latte intero 100 g
  • Zucchero a velo 300 g

per friggere

  • Olio di semi q.b.

Preparazione

Donuts vampiro, passo 1

Per realizzare i donuts, per prima cosa fate scaldare leggermente il latte che vi servirà per preparare l’impasto. Nel frattempo versate nella ciotola di una planetaria munita di gancio la farina 00 e la farina manitoba (1). Aggiungete lo zucchero (2) al lievito di birra con pasta madre disidratati (3). 

Donuts vampiro, passo 2

Azionate la planetaria a velocità moderata e versate a filo il latte (4). Aggiungete le uova poco per volta per non appesantire l’impasto (5) e aromatizzate con l’estratto di vaniglia (6). 

Donuts vampiro, passo 3

In ultimo unite anche il sale (7) e continuate a lavorare finché l’impasto non si sarà staccato dalle pareti della ciotola e risulterà incordato. A questo punto potete aggiungere il burro ammorbidito, un pezzetto per volta (8), avendo cura che quello precedente sia stato ben assorbito prima di aggiungerne ancora; ci vorranno circa 15-20 minuti. Dovrete ottenere un impasto liscio e omogeneo (9). 

Donuts vampiro, passo 4

Staccate l’impasto dal gancio con le mani leggermente inumidite, poi aiutatevi con un tarocco per rovesciarlo sulla spianatoia (10). Spolverizzate con poca farina e date all’impasto una forma sferica, sempre aiutandovi con un tarocco per maneggiare più facilmente (11). Trasferitelo in una ciotola capiente, precedentemente imburrata, coprite con pellicola e lasciate riposare per 2 ore nel forno spento con la luce accesa (12). 

Donuts vampiro, passo 5

Trascorso il tempo di lievitazione l’impasto sarà raddoppiato. Trasferitelo nuovamente sulla spianatoia leggermente infarinata (14) e stendetelo con il mattarello (15).

Donuts vampiro, passo 6

Dovrete ottenere uno spessore di 1 cm (16). Utilizzando un coppapasta del diametro di 8 cm ritagliate dei cerchi dall’impasto (17), affiancandoli bene. A questo punto utilizzando un coppapasta più piccolo, di 4,5 cm ricavate i fori delle ciambelle (18).

Donuts vampiro, passo 7

Sollevate delicatamente le ciambelle (19) e adagiatele su dei quadrati di carta forno di circa 10 cm di lato posizionati su un vassoio (20) ; trasferite su un vassoio foderato con carta forno anche i ritagli di pasta  Coprite i vassoi con un canovaccio (21) e lasciate lievitare per 40 minuti lontano da correnti d’aria.

Donuts vampiro, passo 8

Quando le ciambelline saranno quasi lievitate potrete dedicarvi alla glassa. Trasferite il latte in un pentolino (22), scadatelo e aggiungete lo zucchero a velo (23). Man mano mescolate con una frusta (24).

Donuts vampiro, passo 9

Cuocete sino a che il composto non si sarà addensato (25), trasferite in una ciotolina (26) e lasciate raffreddare. Passate alla frittura. Scaldate l’olio di semi in una pentola capiente fino a raggiungere la temperatura di 175°. Quando l’olio sarà caldo sollevate la prima ciambellina, aiutandovi con la carta forno e immergetela nell’olio (27). Usando la carta forno, la forma non si modificherà. 

Donuts vampiro, passo 10

Dopo alcuni secondi potrete tirar via la carta forno utilizzando una pinza da cucina (28). Rigiratele su entrambi i lati con una schiumarola finché non saranno uniformemente dorate, ci vorranno circa 3 minuti (29), poi scolate su carta assorbente (30). Immergete nell’olio anche i ritagli e friggeteli per ottenere i famosi donut holes. 

Donuts vampiro, passo 11

Mentre le ciambelle si intiepidiscono, potete dedicarvi a sciogliere il cioccolato. Tritatelo (31) e passatelo in microonde, azionandolo pochi secondi alla volta, sino a che non sarà sciolto (32). In alternativa potrete sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Passate ora alla decorazione. Immergete il primo donuts nel cioccolato solo per metà (23).

Donuts vampiro, passo 12

Sollevatelo e capovolgetelo su una gratella (34). Sporcate dei denti in plastica con la marmellata (35) e sistemateli all’interno del buco della ciambella. Decorate poi anche con gli occhietti (36). 

Donuts vampiro, passo 13

Fate ora la stessa cosa per decorare i donuts con la glassa al latte. Immergeteli nella glassa, capovolgeteli (37), trasferite su una gratella e decorate come appena fatto (38). Proseguite fino a terminare gli ingredienti, lasciate solidificare e servite i vostri donuts vampiri (39)!

Conservazione

Consigliamo di consumare i donuts vampiri entro poche ore.

Consiglio

Al posto della glassa al latte potete realizzare anche una glassa all’acqua. Se preferite potete aggiungere delle gocce di colorante alimentare.

,

Oggi scopriamo quanto è semplice preparare un buon primo piatto vegano e senza lattosio… ecco la nostra pasta al forno con besciamella di soia. Qualsiasi sia la dieta che seguite da oggi non dovrete rinunciare proprio a nulla! Questa pasta al forno è semplice da realizzare ed è perfetta da preparare per il pranzo della domenica. Al posto del classico ragù di carne abbiamo raccolto le verdure più colorate e saporite e le abbiamo saltate velocemente in padella per mantenere intatto il loro gusto e la loro croccantezza. Anche la besciamella non sarà la solita, infatti è preparata senza burro e con il latte di soia, risulterà delicata e cremosa. E per la tipica gratinatura al posto del formaggio abbiamo utilizzato delle nocciole e del pangrattato, otterrete una crosticina davvero piacevole! Insomma non vi resta che mettervi ai fornelli e scoprire la ricetta insieme a noi! ,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Sedanini Rigati 320 g
  • Peperoni gialli 320 g
  • Porri 100 g
  • Carote 130 g
  • Sedano 120 g
  • Zucchine 130 g
  • Pomodorini ciliegino 300 g colorati
  • Pisellini 100 g
  • Sale fino q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per la besciamella di soia

  • Latte di soia 1 l
  • Olio di semi 100 g
  • Farina 00 100 g
  • Sale fino q.b.
  • Noce moscata q.b.

Per gratinare

  • Nocciole 10 g
  • Pangrattato 20 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 1

Per preparare la pasta con besciamella di soia come prima cosa occupatevi delle verdure: lavatele tutte. Spuntate la zucchina e tagliatela a cubetti (1), poi sbucciate la carota e tagliatela della stessa dimensione (2). Riducete a cubetti anche le coste del sedano (3). 

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 2

Passate al peperone, eliminate semi e filamenti interni, poi tagliatelo a cubetti (4). Prendete i pomodorini e tagliateli della stessa misura (5). Ora tagliate invece il porro a rondelle (6). 

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 3

In una padella capiente versate un filo d’olio e il porro (7) Unite poi tutte le altre verdure, tranne i piselli, (8). Cuocete a fuoco dolce per 5-6 minuti, quindi salate e pepate (9). 

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 4

Versate i piselli (10) e cuocete per altri 2-3 minuti. Nel frattempo mettete sul fuoco l’acqua per la pasta, quando avrà raggiunto il bollore salate e versate la pasta (11). Mentre la pasta cuoce occupatevi della besciamella. Scaldate il latte di soia. In un pentolino versate l’olio (12). 

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 5

Aggiungete anche la farina (13), mescolate con una frusta e portate sul fuoco. Continuate a mescolare sino ad ottenere il classico roux (14). Versate il latte caldo poco per volta (15). 

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 6

Unite un pizzico di noce moscata (16) e terminate la cottura sino a che non si sarà addensata, continuando a mescolare (17). Scolate la pasta molto al dente e trasferitela in una ciotola. Versate le verdure all’interno (18).

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 7

Aggiungete anche la besciamella conservandone un paio di mestoli (19) e mescolate bene (20). Trasferite in una pirofila da forno e aggiungete in superficie la besciamella rimasta (21).

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 8

Tritate finemente le nocciole (22) e disponetele sulla pasta (23). Trasferite in una ciotola il pangrattato e aggiungete un filo d’olio (24).

Pasta al forno con besciamella di soia, passo 9

Mescolate bene (25) e cospargete il composto sulla pasta (26). Gratinate per 5 minuti in forno preriscaldato a 240° in modalità grill, sfornate e servite (27).

Conservazione

Potete conservare la pasta in frigo per 1-2 giorni. Sconsigliamo la congelazione. 

Consiglio

Al posto delle nocciole potete utilizzare un altro tipo di frutta secca, come mandorle o noci. 

Utilizzate verdure di stagione per arricchirla!

,

Potete gustarli insieme al riso, nel ripieno di appetitose tortillas o come contorno per piatti di carne… sono i fagioli alla messicana, una pietanza davvero gustosa e versatile! Noi ci siamo ispirati alla ricetta tradizionale per proporvi una versione vegetariana, molto semplice da realizzare: al posto dei tipici fagioli neri abbiamo utilizzato i borlotti, più facilmente reperibili, e abbiamo sostituito il prezzemolo al coriandolo, dal sapore marcato e non sempre gradito. Non possono mancare invece cannella, cumino e soprattutto il peperoncino fresco, che conferisce al piatto la sua caratteristica nota piccante! Ora che sapete come preparare i fagioli alla messicana vi resta ancora una scelta da fare prima di mettervi a tavola… tacos, burrito o fajitas?
Provate anche la variante più cremosa di questa ricetta, i frijoles refritos!,

Categoria: Contorni

Ingredienti

  • Fagioli borlotti secchi 300 g
  • Passata di pomodoro 300 g
  • Cipolle dorate 0,5
  • Peperoncino fresco 1 habanero
  • Cannella in stecche 1
  • Cumino in polvere 1 cucchiaino
  • Prezzemolo q.b.
  • Bicarbonato 1 pizzico
  • Acqua q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Fagioli alla messicana, passo 1

Per preparare i fagioli alla messicana per prima cosa mettete i fagioli secchi in una ciotola con acqua fredda (1), aggiungete un pizzico di bicarbonato (2) e lasciateli in ammollo per una notte intera. Il giorno seguente versate i fagioli scolati in una pentola di acqua bollente e, quando riprenderà il bollore, scolateli nuovamente; in questo modo risulteranno più digeribili.

Fagioli alla messicana, passo 2

Mondate e tritate finemente la cipolla (4), poi tagliate il peperoncino a rondelle (5). Nella stessa pentola in cui avete sbollentato i fagioli versate la cipolla con un abbondante giro di olio e fatela soffriggere dolcemente (6).

Fagioli alla messicana, passo 3

Una volta appassita la cipolla, aggiungete il peperoncino (7) e lasciate insaporire. A questo punto unite i fagioli (8) e rosolateli per qualche minuto a fuoco vivace, poi abbassate la fiamma e versate la passata di pomodoro (9).

Fagioli alla messicana, passo 4

Coprite i fagioli con l’acqua (10), poi aggiungete la stecca di cannella (11) e il cumino (12).

Fagioli alla messicana, passo 5

Cuocete con il coperchio per circa 3 ore a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo poca acqua al bisogno (13). Nel frattempo tritate il prezzemolo (14). Trascorso il tempo di cottura regolate di sale (15).

Fagioli alla messicana, passo 6

Lasciate addensare sul fuoco senza coperchio mescolando ancora per qualche minuto, fino a raggiungere la consistenza desiderata (16). In ultimo profumate col prezzemolo tritato (17) e servite i vostri fagioli alla messicana (18)!

Conservazione

I fagioli alla messicana si possono conservare in frigorifero per 2-3 giorni.

Potete congelarli dopo la cottura.

Consiglio

Per un gusto ancora più autentico sostituite il prezzemolo con il coriandolo fresco!

Se desiderate insaporire ulteriormente i fagioli potete aggiungere delle listarelle di pancetta affumicata.

Regolate la quantità di peperoncino in base ai vostri gusti.

,

La pasta al salmone incontra la pasta con le zucchine per un primo piatto dal successo garantito! Ma esistono tanti modi per realizzare la pasta salmone e zucchine: in questo caso abbiamo scelto un condimento senza panna, con il salmone fresco al posto di quello affumicato e la nota profumata del limone e della menta. Le zucchine tagliate a julienne si cuociono in pochi minuti e si amalgamano perfettamente a qualsiasi formato di pasta, dai rigatoni ai tagliolini. Last but not least, le mandorle tostate che conferiranno un tocco croccante ad ogni forchettata!
Provate anche queste varianti della pasta salmone e zucchine:

Pasta con crema di salmone e zucchine
Fusilli al pesto di zucchine con salmone,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Rigatoni 320 g
  • Filetto di salmone 200 g
  • Zucchine 2
  • Cipollotto fresco 2
  • Vino bianco secco 80 g
  • Succo di limone 1 da filtrare
  • Menta q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per guarnire

  • Mandorle 40 g tostate

Preparazione

Pasta salmone e zucchine, passo 1

Per realizzare la pasta salmone e zucchine, per prima cosa preparate tutti gli ingredienti: rimuovete la pelle dal filetto di salmone ed eliminate eventuali lische con una pinzetta, poi riducetelo a cubetti (1). Spuntate le zucchine (2) e tagliatele a julienne utilizzando una mandolina o un mixer (3).

Pasta salmone e zucchine, passo 2

Mondate i cipollotti e affettateli sottilmente (4). Tritate la menta (5) e le mandorle, per queste potete utilizzare un mixer (6). Infine mettete sul fuoco una pentola di acqua da salare al bollore per la cottura della pasta.

Pasta salmone e zucchine, passo 3

Scaldate un filo d’olio in una padella e soffriggete il cipollotto (7), poi aggiungete le zucchine (8) e un pizzico di sale. Cuocete a fiamma media per circa 5 minuti, poi aromatizzate con la menta fresca (9).

Pasta salmone e zucchine, passo 4

A questo punto unite il salmone (10) e rosolate brevemente, poi sfumate con il vino bianco (11). Nel frattempo cuocete la pasta nell’acqua bollente salata (12).

Pasta salmone e zucchine, passo 5

Quando la pasta sarà al dente scolatela nella padella con il condimento, avendo cura di conservare l’acqua di cottura (13). Fate saltare il tutto a fiamma vivace, poi pepate (14) e sfumate con il succo di limone filtrato (15).

Pasta salmone e zucchine, passo 6

Se necessario potete aggiungere un mestolo dell’acqua di cottura (16). Spegnete il fuoco e completate con le mandorle tritate (17). La vostra pasta salmone e zucchine è pronta per essere servita (18)!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito la pasta salmone e zucchine.

Consiglio

Se preferite potete sostituire la menta con il timo o il prezzemolo.

,

La lasagna bianca è una variante appetitosa del tipico piatto bolognese a base di pasta fresca all’uovo e ragù di carne. Da oggi il pranzo della domenica si tinge di nuovi colori e sapori! Come tutte le versioni “in bianco” anche qui il grande assente è il sugo di pomodoro, ma vi assicuriamo che non ne sentirete la mancanza, al suo posto troverete uno stuzzicante condimento con salsiccia, spinaci e formaggio, il tutto avvolto dall’immancabile besciamella, che donerà il tocco cremoso e vellutato a questo primo piatto. Venite a scoprire altre ricette di deliziose lasagne che potrete preparare a casa:

Lasagne al ragù bianco e zucchine
Lasagne alla ricotta
Lasagne con la zucca
Lasagne vegetariane,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Lasagne all’uovo 250 g
  • Salsiccia 400 g
  • Spinaci 1 kg
  • Cipolle 50 g
  • Olio extravergine d’oliva 20 ml
  • Grana Padano DOP 100 g

per la besciamella

  • Latte intero 450 g
  • Farina 0 30 g
  • Burro 25 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Noce moscata 1 pizzico

Preparazione

Lasagna bianca, passo 1

Preparare la lasagna bianca iniziate dalla besciamella: scaldate il latte in un pentolino (1). A parte sciogliete a fuoco dolce il burro ed aggiungete la farina tutta in un colpo (2) e, sempre mescolando, cuocete per circa due minuti (3).

Lasagna bianca, passo 2

Togliete dal fuoco ed aggiungete il latte riscaldato (4), lentamente e mescolando con la frusta per evitare la formazione di grumi, poi rimettere sul fuoco (5) e proseguite la cottura a fuoco dolce finché la besciamella raggiungerà l’ebollizione e si sarà addensata. Regolate di sale e completare con un pizzico di noce moscata grattugiata (6).

 

Lasagna bianca, passo 3

Mondate e tritate finemente la cipolla (7), incidete la salsiccia, eliminate il budello (8) e sbriciolatela. Scaldate in padella 20 g di olio extravergine d’oliva (9).

Lasagna bianca, passo 4

Rosolate a fuoco dolce la cipolla (10), quindi aggiungete la salsiccia (11) e lasciate cuocere qualche minuto (12).

Lasagna bianca, passo 5

Trasferite la salsiccia in una ciotola (13). Lavate gli spinaci (14) e ,senza asciugarli, adagiatene metà nella stessa padella (15) in cui è stata rosolata la salsiccia, utilizzando lo stesso fondo di cottura.

Lasagna bianca, passo 6

Aggiungete un pizzico di sale e lasciateli appassire chiusi con il coperchio per 5 minuti (16). Aggiungete l’altra metà e completate la cottura ancora per 5 minuti, sempre con il coperchio. Una volta cotti, strizzateli (17) e tritateli con un coltello (18).

Lasagna bianca, passo 7

Assemblate la lasagna: in una teglia da forno da 35 x 25 cm distribuite sul fondo qualche cucchiaio di besciamella (19), proseguite con gli strati di pasta secca (20), besciamella (21),

Lasagna bianca, passo 8

salsiccia (22), spinaci (23) ed una manciata di Grana Padano grattugiato (24).

Lasagna bianca, passo 9

Procedete così fino a finire gli ingredienti. Gli strati di pasta in totale saranno tre (25). Coprite con un foglio di carta stagnola (26). Cuocete in forno statico preriscaldato a 200° per 25 minuti, poi togliete la carta stagnola e completate la cottura per altri 10 minuti.La lasagna bianca è pronta per essere gustata (27).

Conservazione

Potete conservare la lasagna bianca in frigorifero, coperta con pellicola trasparente o in un contenitore ermetico per 1-2 giorni. Si può preparare il giorno prima, mantenere in frigorifero coperta con pellicola trasparente e cuocere il giorno dopo. E’ possibile congelarla, solo se si sono utilizzati tutti ingredienti freschi, meglio da crude: per cuocerla sarà sufficiente scongelarla in frigorifero circa 24 ore prima e poi cuocerle in forno.

Consiglio

Se amate metter ele mani in pasta provate a realizzare voi in casa le lasagne fresche all’uovo seguendo la nostra ricetta!

,

Che vita sarebbe senza la pizza? In teglia o rotonda, semplice o condita con ingredienti sfiziosi… ognuno ha la sua preferita, ma questa prelibatezza è immancabile sulla tavola degli italiani! Oggi vi stupiremo con una variante alternativa, che prevede una cottura in padella in sostituzione al forno. Il risultato è una versione croccante e deliziosa di questo grande classico. Il contatto più diretto con il calore dal basso permette alla pizza in padella di lievitare perfettamente all’interno, sviluppando un’irresistibile crosticina scrocchiarella! Venite a scoprire la ricetta perfetta della pizza in padella e, se questo metodo di cottura alternativo vi stuzzica, provate altre deliziose ricette di lievitati senza forno:

Focaccia in padella
Focaccine in padella
Torta al testo
Focaccine integrali in padella,

Categoria: Piatti Unici

Ingredienti

  • Farina 00 250 g (forza = 260 W)
  • Semola 250 g
  • Acqua 380 g
  • Olio extravergine d’oliva 3 cucchiai
  • Lievito di birra secco 2 g
  • Sale fino 8 g

per il condimento

  • Passata di pomodoro 500 ml
  • Mozzarella 300 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Pizza in padella, passo 1

Per preparare la ricetta della pizza in padella, prima cosa sciogliete il lievito di birra secco in un po’ d’acqua presa dalla dose totale (1). Versate le farine in una ciotola capiente, aggiungete il sale (2) e miscelate. Versate anche l’olio (3).

Pizza in padella, passo 2

Ora unite l’acqua in cui avete sciolto il lievito (4) e la restante acqua a filo (5), lavorando nel frattempo l’impasto fino a quando tutta la farina non è amalgamata (6).

Pizza in padella, passo 3

Coprite con un canovaccio (7) e lasciate riposare per 15 minuti, poi lavorate delicatamente l’impasto su una spianatoia infarinata per qualche minuto (8). Ungete una ciotola con olio (9).

 

Pizza in padella, passo 4

Adagiate l’impasto al suo interno (10), coprite e lasciate lievitare per 2 ore (11). Trascorso questo tempo, scoprite l’impasto e fate un giro di pieghe in ciotola (12), tirando la parte bassa dell’impasto verso l’alto dai suoi 4 lati, poi coprite nuovamente.

Pizza in padella, passo 5

Dopo altre 2 ore (13), rifate questo movimento (14) e lasciate lievitare per altre 2 ore in ciotola (15).

Pizza in padella, passo 6

Trasferite il panetto su una spianatoia infarinata (16) e dividetelo in 4 parti (17). Arrotondate i panetti con le mani effettuando una sorta di pirlatura (18).

Pizza in padella, passo 7

Lasciate riposare altri 30 minuti senza coprire (19). Tagliate a cubetti la mozzarella (20). Ritagliate 4 fogli di carta forno da adagiare su una padella di circa 24 cm dove cuocerete la pizza (21).

Pizza in padella, passo 8

Stendete ogni pezzo di impasto su un foglio molto delicatamente (22), utilizzando soltanto i polpastrelli delle mani e lasciando il cornicione più spesso della parte centrale. Mettete a scaldare la padella. Trasferite la prima pizza con tutta la carta forno all’interno della padella (23). Coprite con coperchio (24) e abbassate la fiamma per evitare che la pizza si bruci.

Pizza in padella, passo 9

Dopo un paio di minuti, fate scivolare delicatamente la carta forno dalla padella (25). Cuocete per 10 minuti a fiamma medio-bassa, poi girate la pizza e coprite nuovamente (26). Fate cuocere 5 minuti per colorare la superficie. Girate nuovamente la pizza (27).

 

Pizza in padella, passo 10

Condite la superficie: sistemate la passata di pomodoro (28), la mozzarella a cubetti (29) e condite con un pizzico di sale e origano (30).

Pizza in padella, passo 11

Coprite nuovamente (31) e fate cuocere altri 5 minuti. A cottura ultimata (32) , fate scivolare delicatamente la pizza dalla padella. Procedete così con tutte le pizze e gustate: buon appetito (33)!

Conservazione

Vi consigliamo di gustare la pizza in padella subito dopo la cottura.

Consiglio

Noi vi abbiamo proposto la pizza margherita, ma sentitevi liberi di arricchire il condimento a vostro piacimento!

,

Halloween è ormai alle porte e se non avete molto tempo da dedicare in cucina, ma volete comunque preparare un dolce che possa onorare questa festa siete nel posto giusto! I nostri stecchi mostruosi con Pavesini sono semplicissimi da realizzare e in meno di un’ora saranno pronti! Potrete divertirvi a decorarli anche con i vostri bambini o regalarli ai vicini durante il tipico “Dolcetto o scherzetto”, dopo averli provati nessuno avrà il coraggio di optare per la seconda scelta! Così golosi, piaceranno sicuramente a tutti, grandi e piccini! Il vostro menù di halloween è finalmente al completo grazie a questa ricetta, ma se ancora siete in dubbio su cosa preparare per arricchire il buffet dei dolci ecco alcune idee: 

Dolci ragnatele di Pavesini
Pavesini mummia
Halloween cake con Pavesini,

Categoria: Dolci

Ingredienti

  • Pavesini 44 al cacao (circa 4 pacchetti)
  • Cioccolato bianco 325 g
  • Panna fresca liquida 125 g
  • Burro 35 g a temperatura ambiente

per decorare

  • Codette al cioccolato q.b.
  • Decorazione alimentare q.b. occhietti in zucchero

Preparazione

Stecchi mostruosi con Pavesini, passo 1

Per preparare gli stecchi mostruosi con Pavesini iniziate dalla ganache. Versate la panna in un pentolino (1) e fatele sfiorare il bollore. Nel frattempo tagliuzzate il cioccolato bianco (2), poi tritatelo finemente (3) e trasferitelo in una ciotola.

Stecchi mostruosi con Pavesini, passo 2

Quando la panna sarà calda versatene 1/3 sul cioccolato (4) e mescolate con una spatola (5). Versate la panna rimasta in altre due volte (6) e mescolate bene sino a che anche il cioccolato non si sarà sciolto. 

Stecchi mostruosi con Pavesini, passo 3

Aggiungete il burro a temperatura ambiente tagliato a cubetti (7) e mescolate fino a che non si sarà amalgamato (8). Trasferite la gache in sac-a-poche (9) e lasciatela raffredare per 10 min in frigorifero. 

Stecchi mostruosi con Pavesini, passo 4

Disponete la metà dei Pavesini al cacao su un vassoioietto e utilizzando il sac-à-poche spremete circa 15 g di ganache su ciascuno (10). Richiudete con un altro Pavesino (11), schiacciate leggermente (12) e utilizzando un cucchiaino o una spatolina eliminate l’eccesso. Otterrete 22 biscotti farciti.

Stecchi mostruosi con Pavesini, passo 5

Sistemate gli stecchi di carta all’interno, inserendoli da uno dei due lati (13). Posizionate ora le codette al cioccolato come se fossero dei denti, creando quindi una prima fila (14) e poi una seconda sul bordo inferiore, cercando di non farli combaciare (15).

Stecchi mostruosi con Pavesini, passo 6

Ora utilizzando un po’ di ganache sporcate i biscotti superiori in due punti centrali (16). Posizionate sopra gli occhietti di zucchero (17), in questo modo si attaccheranno da soli. Trasferite in frigorifero per 30 minuti e servite (18).

Conservazione

Potete conservare gli stecchi in frigorifero per due giorni.

Consiglio

Se preferite potete colorare la ganache con dei coloranti alimentari.

,

Siamo orgogliosi di presentarvi le nostre ciambelle fritte, una versione 100% italiana dei classici donuts americani! Prepararle a casa è abbastanza semplice… potrete realizzare l’impasto a mano, senza planetaria, ma dovrete avere un po’ di pazienza e attendere la giusta lievitazione per ottenere delle ciambelle sofficissime! Anche la frittura è un passaggio da non sottovalutare, infatti solo alla temperatura indicata le ciambelline risulteranno ben cotte all’interno e dorate alla perfezione. Le nostre ciambelle fritte si possono gustare al naturale, o ricoperte di zucchero, come le graffe di Carnevale, ma se volete renderle davvero speciali la glassa al caffè è quello che fa al caso vostro! E per completare questo dolce una cascata di granella di nocciole! Pronti a realizzarle?! E se siete amanti delle ciambelle scoprite anche:

ciambelline fritte ripiene di cioccolato
ciambelline di Carnevale
ciambelle soffici al forno
frati fritti,

Categoria: Dolci

Ingredienti

  • Farina 0 300 g forte (W 360)
  • Latte intero 130 g a temperatura ambiente
  • Burro 30 g
  • Zucchero 40 g
  • Lievito di birra secco 3 g (o 9 g di lievito di birra fresco)
  • Uova 1
  • Sale fino 1 pizzico

per friggere

  • Olio di semi di arachide q.b.

per la glassa al caffè

  • Caffè 40 ml
  • Zucchero a velo 150 g

per decorare

  • Granella di nocciole q.b.

Preparazione

Ciambelle fritte, passo 1

Per preparare le ciambelle fritte partite dall’impasto. Versate il latte a temperatura ambiente in una ciotolina, aggiungete il lievito (1) e lo zucchero (2). Mescolate sino a che non saranno ben sciolti (3).

Ciambelle fritte, passo 2

In una ciotola capiente versate la farina e il burro (4), aggiungete l’uovo (5) e iniziate ad impastare con le mani. Continuando ad impastate versate a filo il latte, in cui avete sciolto il lievito (6). 

Ciambelle fritte, passo 3

Continuate a lavorare sino ad ottenere un composto omogeneo (7), quindi trasferitevi su una spianatoia infarinata, aggiungete un pizzico di sale (9) e lavorate l’impasto per circa 10 minuti (8).

Ciambelle fritte, passo 4

Dovrete ottenere un composto liscio ed elastico (10). Ungete una ciotola con un filo d’olio e riponete il vostro panetto all’interno, poi coprite con la pellicola (11) e lasciate lievitare, a temperatura ambiente, fino al raddoppio (12). Ci vorranno circa 4-5 ore. 

Ciambelle fritte, passo 5

Trascorso questo tempo, trasferite nuovamente l’impasto su un piano da lavoro e ricavate due filoni (13). Da ciascun filone ricavate 5 pezzetti uguali (14), in modo da ricavarne 10. Prendete ciascuna porzione e lavorandola tra le mani formate una pallina (15). 

Ciambelle fritte, passo 6

Ritagliate 10 quadrati di carta forno. Ungetevi le mani con un filo d’olio e schiacciate ogni pallina su uno dei quadrati di carta forno (16), dovrete ottenere un disco di circa 8-10 cm. Utilizzando la parte inferiore di un mestolo di legno create un buco al centro (17) e con le mani allargatelo delicatamente (18).

Ciambelle fritte, passo 7

Procedete così con tutto l’impasto. Lasciate lievitare le ciambelle un’altra ora senza coprirle (19). Versate 3 dita d’olio in una padella a bordi alti e portatelo ad una temperatura di 170°. A questo punto, mettete le ciambelle nell’olio (poche alla volta per non fare abbassare la temperatura) assieme alla carta forno (20), che si staccherà dopo nemmeno un minuto. Togliete man mano i foglietti di carta forno, utilizzando una pinza (21).

Ciambelle fritte, passo 8

Fate dorare le ciambelle su entrambi i lati (22). Ci vorranno 5-6 minuti, in totale. Se si dorano troppo velocemente, abbassate la fiamma. Riponete man mano le ciambelle su carta assorbente (23). Occupatevi della glassa. Sistemate lo zucchero a velo in una ciotola e unite il caffè a filo (non tutto in una volta perché potrebbe non servire tutto), mischiando man mano con una forchetta (24).

Ciambelle fritte, passo 9

Dovrete ottenere una glassa densa e senza grumi (24). Intingete la parte superiore delle ciambelle nella glassa (26), capovolgetele su un tagliere e cospargetele subito con la granella di nocciole (27). Nel giro di pochi minuti la glassa si asciugherà e sarete pronti per gustare le vostre ciambelle!

Conservazione

Per gustarle al meglio della loro fragranza, vi consigliamo di consumare le ciambelle fritte entro poche ore dalla loro preparazione. Potete congelare le ciambelle ancora crude e cucinarle previo scongelamento.

Consiglio

Potete arricchire la superficie della vostra glassa anche con altra frutta secca, granella di zucchero o scaglie di cioccolato.

,

Tenere, succose e saporite… non c’è da meravigliarsi che le cosce di pollo siano sempre le più ambite! Con la ricetta delle cosce di pollo in padella porterete in tavola un secondo piatto che accontenterà finalmente tutti, nessuno escluso. Il segreto sta tutto nella marinatura a base di erbe aromatiche, scorza di limone, aglio e vino: in questo modo la carne si insaporirà per bene e risulterà morbida e succulenta sotto l’immancabile crosticina croccante. Non vi resta altro che scegliere il contorno quindi, perché stasera per cena ci sono cosce di pollo in padella per tutti!
Provate anche queste gustose ricette:

Cosce di pollo al forno
Cosce di pollo al forno con mele
Cosce di pollo croccanti
Cosce di pollo infuocate
Cosce di pollo allo yogurt,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Cosce di pollo 1,5 kg (8 pezzi da circa 180 g l’uno)
  • Aglio 1 spicchio
  • Acqua 100 g
  • Vino bianco 50 g
  • Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio
  • Sale fino q.b.

Per la marinatura

  • Rosmarino 1 cucchiaino secco
  • Prezzemolo 1 cucchiaino secco
  • Origano 1 cucchiaino secco
  • Scorza di limone 1 non trattato
  • Aglio 1 spicchio
  • Vino bianco 100 g
  • Olio extravergine d’oliva 4 cucchiai

Preparazione

Cosce di pollo in padella, passo 1

Per preparare le cosce di pollo in padella per prima cosa mescolate in una ciotolina il rosmarino, il prezzemolo e l’origano secchi (1) (2). Sistemate le cosce di pollo in una ciotola e aggiungete l’olio (3).

Cosce di pollo in padella, passo 2

Unite il mix di aromi (4) e la scorza grattugiata del limone (5), poi massaggiate bene la carne per insaporirla uniformemente (6).

Cosce di pollo in padella, passo 3

Infine aggiungete uno spicchio di aglio tagliato a fettine (7) e il vino bianco (8). Coprite con pellicola (9) e lasciate marinare in frigorifero per almeno 3 ore, rigirando le cosce a metà del tempo di marinatura.

Cosce di pollo in padella, passo 4

Trascorso questo tempo prelevate le cosce di pollo dal liquido della marinatura e trasferitele in una padella insieme a un cucchiaio di olio e a uno spicchio di aglio (10). Rosolate a fiamma dolce rigirando le cosce su tutti i lati (11), poi sfumate con il vino bianco (12).

Cosce di pollo in padella, passo 5

Quando la parte alcolica sarà del tutto evaporata, versate l’acqua (13), salate e coprite con un coperchio (14). Cuocete per 30 minuti, sempre a fuoco dolce. Trascorso questo tempo togliete il coperchio e cuocete per altri 10 minuti, per far evaporare il liquido in eccesso e formare una gustosa crosticina. Le vostre cosce di pollo in padella sono pronte per essere servite (15)!

Conservazione

Le cosce di pollo in padella si possono conservare in frigorifero per un giorno, in un contenitore ermetico.

Consiglio

Potete aggiungere un po’ di zenzero fresco grattugiato per dare una nota speziata alla marinatura!

La scorza del limone può essere sostituita con la scorza d’arancia.

,

I noodles sono uno degli alimenti principali della cucina orientale: chiamati anche vermicelli o spaghetti, possono essere di soia, di riso o di tante altre tipologie. La ricetta cinese degli spaghetti di riso con carne e verdure è tipica di molte regioni, in ognuna delle quali viene preparata con tempi, modalità e ingredienti diversi. Chef Mulan vi propone una delle versioni più apprezzate con lonza di maiale, zucchine, carote e cipolle ma nulla vieta di utilizzare pollo, manzo o gamberetti per esempio! Anche le verdure possono essere sostituite con altre di vostro gradimento, l’importante è tagliarle a listarelle e saltare il tutto nel wok a fiamma molto vivace. Poi non vi resta che impugnare le bacchette e gustare i vostri spaghetti di riso con carne e verdure!
Scoprite altri gustosi piatti a base di noodles:

Spaghetti di riso con verdure e pollo caramellato
Spaghetti di soia all’orientale
Spaghetti di soia con gamberi e verdure,

Categoria: Piatti Unici

Ingredienti

  • Spaghetti di riso 200 g
  • Lonza di maiale 100 g
  • Zucchine 100 g
  • Carote 100 g
  • Cipolle 60 g
  • Uova 2
  • Olio di semi di girasole 6 cucchiai
  • Vino di riso 2 cucchiai
  • Salsa di soia q.b. facoltativa
  • Sale fino q.b.
  • Pepe bianco q.b.

Preparazione

Spaghetti di riso con carne e verdure, passo 1

Per realizzare gli spaghetti di riso con carne e verdure, per prima cosa mettete ammollate gli spaghetti di riso in abbondante acqua tiepida per circa 30 minuti (1). Nel frattempo preparate il resto degli ingredienti: tagliate le zucchine (2) e le carote a listarelle (3).

Spaghetti di riso con carne e verdure, passo 2

Tagliate a listarelle anche la cipolla (4) e la lonza di maiale (5). Scaldate 5 cucchiai di olio di semi in un wok a fuoco alto, poi aggiungete la cipolla (6).

Spaghetti di riso con carne e verdure, passo 3

Unite anche la carne (7) e rosolate per 30 secondi. Spostate la carne e le cipolle su un lato e versate le uova sbattute (8). Continuate a mescolare per 30 secondi, saltando il tutto (9).

Spaghetti di riso con carne e verdure, passo 4

Unite le carote (10) e le zucchine (11) e cuocete per un minuto e mezzo. A questo punto scolate gli spaghetti di riso e trasferiteli nel wok (12).

Spaghetti di riso con carne e verdure, passo 5

Condite con sale, pepe (13) e vino di riso (14). Se desiderate potete aggiungere anche la salsa di soia a questo punto: l’importante è farlo in cottura e non a piatto finito (15).

Spaghetti di riso con carne e verdure, passo 6

Continuate a saltare il tutto per circa 5 minuti finché gli spaghetti risulteranno morbidi e non più pallidi (16). Infine aggiungete un cucchiaio di olio di semi a fuoco spento, renderà gli spaghetti lucidi e brillanti (17). Mescolate bene e servite subito i vostri spaghetti di riso con carne e verdure (18)!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito gli spaghetti di riso con carne e verdure.

Consiglio

Se avete poco tempo potete omettere l’ammollo e cuocere gli spaghetti di riso in acqua bollente per 2-3 minuti.

,