Avete voglia di realizzare a casa un buonissimo gelato? Con la nostra ricetta del gelato facile all’amarena sarà davvero un gioco da ragazzi! Non avrete bisogno di una gelatiera o di ricorrere ad altri trucchetti… con solo 2 ingredienti otterrete una base davvero perfetta. Basteranno pochissimi minuti per montare insieme panna e latte condensato, dopodichè non dovrete fare altro che trasferirlo in freezer e attendere! Il latte condensato donerà al vostro gelato la giusta dolcezza e permetterà al composto di restare sempre cremoso, evitando la formazione di quei fastidiosi cristalli di ghiaccio. Il gelato facile all’amarena si può preparare in anticipo, così da aver sempre la merenda pronta! Noi abbiamo scelto di impreziosire questa base con lo sciroppo di amarene e le amarene sciroppate, ma se siete alla ricerca di una versione ancora più golosa per soddisfare proprio il palato di tutti, aggiungete una cascata di scaglie di cioccolato!,

Categoria: Dolci

Ingredienti

  • Latte condensato 400 g
  • Panna fresca liquida 600 g
  • Sciroppo di amarene 100 g
  • Amarene sciroppate q.b.
  • Granella di mandorle 25 g
  • Granella di nocciole 25 g

Preparazione

Gelato facile all’amarena, passo 1

Per preparare il gelato facile all’amarena versate la panna in una ciotola (1) e iniziate a montarla con le fruste elettriche (2). Quando sarà quasi completamente montata aggiungete il latte condensato (3) 

Gelato facile all’amarena, passo 2

e continuate a montare fino ad ottenere un composto denso ed omogeneo (4). Trasferitelo in un contenitore basso e largo, livellate con un leccapentole (5) e coprite con la pellicola (6). Trasferite in freezer per almeno 3 ore.

Gelato facile all’amarena, passo 3

Passato il tempo necessario avrà la consistenza tipica del gelato. Utilizzando uno spallinatore prelevate il gelato (7) e trasferitelo in una coppetta (8). Aggiungete sopra un po’ di sciroppo di amarene (9).

Gelato facile all’amarena, passo 4

Unite un po’ di granella di mandorle e di nocciole (11). Decorate con un paio di amarene sciroppate (11) e servite il vostro gelato (12).

Conservazione

Il gelato facile all’amarena si conserva in freezer per un mese.

Consiglio

Al posto dello sciroppo di amarene potete variegare il gelato con un altro sciroppo alla frutta, al cioccolato o al caramello. Potete anche arricchirlo con scagliette di cioccolato! 

,

Una base croccante di biscotti secchi sormontata da una fresca crema al formaggio, qualche frutto a decorare ed ecco pronta la cheesecake! Questa volta però vi proponiamo una variante ancora più facile e veloce che non prevede la gelatina e con un abbinamento sorprendentemente goloso: cheesecake senza gelatina amarene e cocco, un connubio dai sapori fruttati con un tocco esotico accattivante. Da oggi sarà ancora più ardua la scelta tra le nostre deliziose ricette di cheesecake:

New York Cheesecake
Cheesecake alla Nutella
Mini cheesecake
Cheesecake senza panna
Cheesecake marmorizzata
Cheesecake leggera,

Categoria: Dolci

Ingredienti per la base ( diametro 20 cm)

  • Biscotti secchi 160 g
  • Burro 80 g

per la crema

  • Panna vegetale zuccherata 200 g
  • Formaggio fresco spalmabile 400 g
  • Zucchero a velo 60 g
  • Cocco rapè 80 g
  • Amarene sciroppate 150 g

per decorare

  • Cocco q.b. scaglie
  • Amarene sciroppate q.b.

Preparazione

Cheesecake senza gelatina amarene e cocco, passo 1

Per realizzare la cheesecake cocco e amarene versate i biscotti nel mixer (1) e tritateli in modo da ridurli in polvere (2). Aggiungete il burro fuso (3).

Cheesecake senza gelatina amarene e cocco, passo 2

Mescolate con una spatola in modo da amalgamarli (4). Foderate con carta forno uno stampo a cerniera da 20 cm di diametro (5). Versate il composto di burro e biscotti (6). 

Cheesecake senza gelatina amarene e cocco, passo 3

Livellate bene con una spatola e poi compattate la superficie con il dorso si un cucchiaio così da ottenere uno strato liscio ed uniforme (7). Fate rassodare la base in freezer per 30 minuti. Preparate la crema: versate la panna in una ciotola (8), montatela con le fruste elettriche (9). 

Cheesecake senza gelatina amarene e cocco, passo 4

Aggiungete il formaggio spalmabile (10) ed incorporatelo con le fruste. Unite lo zucchero a velo (11) e lavorate la crema. Aggiungete il cocco rapè (12) e mescolare con una spatola. 

Cheesecake senza gelatina amarene e cocco, passo 5

Per finire, unite anche le amarene sciroppate scolate (13). Mescolate un’ultima volta (14), versate la crema sulla base di biscotti (15).

Cheesecake senza gelatina amarene e cocco, passo 6

Livellate bene con una spatola (16). Fate rassodare in frigorifero per almeno 6 ore. Guarnite con amarene sciroppate (17) e scaglie di cocco. La cheesecake senza gelatina amarene e cocco è pronta per essere servita (18).

Conservazione

La cheesecake al cocco e amarene si può conservare in frigorifero per 2-3 giorni. E’ possibile congelarla per poi scongelarla in frigorifero prima del consumo.

Consiglio

Fate attenzione a non confondere il cocco rapè con la farina di cocco, si tratta infatti di due differenti prodotti dalla diversa consistenza.

,

I calzoni di patate sono antipasti sfiziosi e si ispirano ai panzerotti fritti nella forma, anche se mignon e con una variante nell’impasto. Sono realizzati proprio con patate bollite, magari quelle che avanzate dalla preparazione degli gnocchi o da quelle lessate la sera prima! Questi fagottini racchiudono due stuzzicanti farciture: spinaci e provola, prosciutto e formaggio! A voi variare con fantasia i gusti del ripieno per proporre ogni volta interessanti abbinamenti! Non vi servirà sapere come conservare i calzoni di patate… perchè non ne avanzerà neanche uno!
Scoprite altre prelibate ricette per arricchire di gusto gli aperitivi casalinghi:

Crescione
Calzone di sponsali
Danubio di patate
Ravazzate siciliane
Panzerotti ai broccoli e acciughe,

Categoria: Antipasti

Ingredienti per 6 calzoni di patate

  • Patate 500 g
  • Fecola di patate 125 g
  • Lievito istantaneo per preparazioni salate 3 g
  • Uova 55 g
  • Olio extravergine d’oliva 10 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

per la farcitura

  • Spinaci 250 g
  • Mozzarella 100 g
  • Provola 100 g grattugiata
  • Prosciutto cotto 100 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Peperoncino secco q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Calzoni di patate, passo 1

Per realizzare i calzoni di patate, bollite le patate con la buccia sino a che non saranno morbide (1). Schiacciate le patate ancora calde nello schiacciapatate raccogliendo la purea in una ciotola ampia (2). Aggiungete la fecola di patate, il lievito istantaneo (3).

Calzoni di patate, passo 2

Poi aggiungete un uovo (4) e lavorate gli ingredienti per amalgamarli (5). Insaporite con il sale ed il pepe e lavorate l’impasto con le mani sino a renderlo liscio ed uniforme. In ultimo aggiungete l’olio (6).

Calzoni di patate, passo 3

Fatelo assorbire (7) e tenete da parte l’impasto. In una padella ampia versare un filo d’olio (8) e gli spinaci precedentemente lavati (9).

Calzoni di patate, passo 4

Salate e insaporite con del peperoncino secco (10). Mescolate e cuocete a fuoco medio per circa 10 minuti. Quando saranno cotti (11), trasferite gli spinaci in una pirofila e lasciateli intiepidire (12).

Calzoni di patate, passo 5

Stendete l’impasto di patate sulla spianatoia leggermente cosparasa con fecola (13), ad uno spessore di circa ½ centimetro (14). Con un coppapasta da 11 cm di diametro formate 6 dischi (15). 

Calzoni di patate, passo 6

Farcite metà dei dischi con gli spinaci tiepidi (16) ed il formaggio filante grattugiato (17). Chiudete a mezzaluna formando un calzone (18).Fate una leggera pressione con le dita sui bordi per sigillarli ben

Calzoni di patate, passo 7

Farcite i dischi rimanenti con la mozzarella a cubetti (19) e il prosciutto cotto (20). Chiudete a mezzaluna e sigillate bene (21). 

Calzoni di patate, passo 8

Scaldate abbondante olio in una padella ampia (coprite il fondo a circa 1 cm). Quando sarà caldo, adagiate i panzerotti nella padella (23) e cuocete per circa 10 minuti, girandoli per controllare la doratura (24). 

Calzoni di patate, passo 9

Scolate i calzoni (25) ed adagiateli su un vassoio rivestito con carta assorbente (26). Servite i calzoni di patate ben caldi (27)!

Conservazione

I calzoni di patate si conservano in frigorifero per un giorno. Sconsigliamo la congelazione.

Consiglio

Infarinate la spianatoia con un pochino di fecola, così da stendere agevolmente l’impasto.

,

Voglia di pizza fatta in casa? Oggi prepariamo insieme una pizza in teglia alta e morbida davvero strepitosa! Per realizzarla abbiamo utilizzato un mix di farine che vi permetterà di ottenere un impasto ben idratato e tenace al punto giusto. Il condimento che abbiamo scelto è quello più classico, pomodo e mozzarella, come la pizza margherita, che mette d’accorso sempre tutti! Ma ovviamente nessuno vi vieta di sperimentare nuovi gusti e arricchire questa base come meglio preferite. La cosa a cui dovrete prestare maggiore attenzione in questo impasto sono le pieghe e i giusti tempi di riposo. Solo in questo modo riuscirete a lavorare un impasto tanto idratato e ottenere un risultato estremamente soffice! Correte a preparare la pizza in teglia alta e morbida per tutta la famiglia! E se anche voi siete amanti della pizza scoprite queste altre varianti:

pizza in teglia senza glutine
pizza romana
pizza con lievito istantaneo
pizza a lunga lievitazione,

Categoria: Lievitati

Ingredienti per una teglia 30×40 cm

  • Farina Manitoba 250 g
  • Farina 00 250 g
  • Acqua 375 g
  • Sale fino 15 g
  • Olio extravergine d’oliva 40 g
  • Lievito di birra fresco 3 g

per condire

  • Passata di pomodoro 200 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Mozzarella 300 g fiordilatte

Preparazione

Pizza in teglia alta e morbida, passo 1

Per preparare la pizza in teglia alta e morbida in una ciotola ampia versate le farine (1), l’acqua (2) ed il lievito di birra (3). 

Pizza in teglia alta e morbida, passo 2

Lavorate con le mani (4) per circa 5 min. Quando avrete ottenuto un composto omogeno lavorate l’impasto in questo modo: sollevate un lembo di impasto dalla parte esterna e portatelo verso il centro (5). Ruotate la ciotola e proseguite in questo modo così da formare la maglia glutinica e dare forza all’impasto. A questo punto aggiungete il sale (6). 

Pizza in teglia alta e morbida, passo 3

Unite poi anche l’olio (7) e lavorate energicamente l’impasto, sempre con le mani all’interno della ciotola, sino a completo assorbimento dell’olio e del sale. Coprite l’impasto con pellicola e lasciar riposare per 10 minuti a temperatura ambiente (9). 

Pizza in teglia alta e morbida, passo 4

Trascorsi i 10 minuti date all’impasto in primo giro di pieghe. Sollevate quindi un lembo di pasta (10) e portatelo verso il centro (11). Ruotate la ciotola e ripetete questa operazione per un totale di 4 pieghe o sovrapposizioni. Coprite con pellicola e lasciate riposare per circa 15 min. Ripetete questa operazione ancora per due volte, sempre facendo pieghe e riposi come indicato. All’ultimo coprite con pellicola (12) e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 2 ore.

Pizza in teglia alta e morbida, passo 5

Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume (13), trasferitelo su un piano di lavoro leggermente unto. Date 2 pieghe di rinforzo (slap&fold), per farlo sollevate l’impasto con entrambe le mani e ribaltatelo in avanti (14). Noterete subito che l’impasto prenderà forza e non sarà più così rilassato (15). 

Pizza in teglia alta e morbida, passo 6

Trasferite l’impasto su una placca da forno grande 30×40 cm ben unta d’olio (16). Lasciate riposare l’impasto a temperatura ambiente per 30 min (17). Adesso delicatamente sollevate l’impasto e allungatelo delicatamente (18).

Pizza in teglia alta e morbida, passo 7

Dovrete coprire circa l’80% della superficie della placca (19). Lasciate riposare l’impasto ancora 15 minuti a temperatura ambiente e nel fratempo preparate la salsa di pomodoro. Conditela semplicemente con sale e olio (20) e mescolate. Trascorso il tempo di riposo l’impasto sarà più rilassato e tirandolo delicatamente riuscirete a ricoprire l’intera superficie della placca (21).

Pizza in teglia alta e morbida, passo 8

Versate la salsa di pomodoro sull’impasto (22) e spargetelo lasciando libero un bordo di un cm. Lasciate lievitare a temperatura ambiente per 90 minuti (23), dopodichè cuocete in forno statico preriscaldato a 230°, per 25 min. Nel frattempo tagliate la mozzarella a fette o stracciatela con le mani. Sfornate quindi la pizza (24).

Pizza in teglia alta e morbida, passo 9

Aggiungete la mozzarella sulla pizza (25), lasciando sempre un bordo libero (26). Infornate per altri 5 minuti o comunque sino a che la mozzarella non sarà ben sciolta e asciutta. Sfornate nuovamente e servite la vostra pizza in teglia alta e morbida (27).

Conservazione

La pizza in teglia alta e morbida si conserva per un giorno in frigorifero. Potrete scaldarla prima di servirla. 

In alternativa potrete congelarla da cotta, oppure prima di aggiungere la mozzarella. 

Consiglio

Aggiungete salumi e verdure per arricchire la vostra pizza!

 

 

,

Voglia di un secondo piatto facile e veloce a base di pesce? I gamberi alla griglia sono perfetti: realizzarli è semplicissimo e oggi vogliamo mostrarvi qualche trucchetto per cuocere i gamberoni in maniera perfetta! Partiamo dai tempi di cottura, fondamentali per ottenere una carne morbida e succosa: la fiamma sotto la piastra deve essere alta e i tempi davvero brevi. Tenete d’occhio il colore del carapace: appena diventerà di un arancione brillante potrete spegnere il fuoco! Inoltre vogliamo mostrarvi un modo per renderli lucidi e saporiti. Quale? Scopritelo realizzando la ricetta dei gamberoni alla griglia passo passo!
E se avete voglia di altre ricette con i gamberi, ecco quelle da non perdere:

Gamberoni al forno
Gamberi arrostiti al miele
Gamberoni al guazzetto
Gamberi alla catalana
Gamberi al lardo,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Gamberoni 12
  • Sale fino q.b.

per il condimento

  • Olio extravergine d’oliva 50 g
  • Succo di limone 25 g
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Aglio 1 spicchio

Preparazione

Gamberoni alla griglia, passo 1

Per preparare i gamberoni alla griglia come prima cosa sciacquateli sotto l’acqua per qualche secondo facendo attenzione a non romperli (1), devono rimanere interi, poi trasferiteli in uno scolapasta e lasciateli scolare (2). Scaldate una griglia sul fuoco, non appena sarà rovente sistemate all’interno i gamberoni (3).

Gamberoni alla griglia, passo 2

e lasciateli cuocere a fuoco vivace per 3 minuti, poi girateli (4) e proseguite la cottura per altri 3 minuti. Nel frattempo preparate il condimento. In una ciotolina versate l’olio, il succo del limone (5) e il prezzemolo tritato (6). 

Gamberoni alla griglia, passo 3

Unite l’aglio tagliato a pezzettini (7) e mescolate. A cottura ultimata, salate i gamberoni. Utilizzate una parte del condimento per spennellare i gamberi (8), risulteranno più lucidi e saporiti (9). Servite i gamberoni alla griglia con il condimento rimasto. 

Conservazione

Consigliamo di consumare i gamberi alla griglia al momento. Se dovessero avanzare potete conservarli in frigo ben coperti per 1 giorno. 

Consiglio

Se usate i gamberoni surgelati, lasciateli scongelare completamente prima di cuocerli, i tempi di cottura rimangono invariati.

,

E’ tempo di insalate di mare, fresche e gustose ma anche leggere e genuine, come l’insalata di seppie! Questi teneri molluschi dal gusto delicato e dalle morbide carni stanno bene con tutto! Dopo aver sperimentato le ricette più appetitose e raffinate abbiamo pensato di gustarle nel modo più semplice: lessate giusto il tempo di intenerirle e accompagnate da verdure croccanti. Tutto irrorato da una sfiziosa citronette che conferirà una gradevole nota agrumata!
Venite a scoprire tante altre appetitose ricette di mare:

Insalata di mare in vasocottura
Insalata di riso alla marinara
Seppie in nero
Seppioline con carciofi
Insalata di calamari,

Categoria: Antipasti

Ingredienti

  • Seppie 1 kg (già pulite)
  • Sedano 220 g
  • Ravanelli 200 g
  • Carote 200 g
  • Succo di limone 40 g
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Sale fino q.b.
  • Pepe bianco q.b.

Preparazione

Insalata di seppie, passo 1

Per preparare l’insalata di seppie portate a bollore l’acqua in un tegame capiente.  Quindi abbassate il fuoco e versate le seppie già pulite (1). Cuocete a fuoco medio–alto per 15 minuti: la cottura dipende dalla grandezza delle seppie. Scolate le seppie (2) e lasciatele raffreddare in una ciotola (3), coprite con pellicola o con un piatto.

Insalata di seppie, passo 2

Nel frattempo lavate le verdure. Pelate le carote e tagliate a listarelle di circa 5mm di spessore e 4-5 cm di lunghezza (4). Tagliate finemente il sedano con le sue foglie più o meno delle stesse dimensioni e tenete da parte (5). Tagliate a rondelle fini i ravanelli (6) .

Insalata di seppie, passo 3

Riducete anche le seppie a listarelle di circa 1 cm (7). Versate tutto in ciotola (8) (9).

Insalata di seppie, passo 4

Spremete il succo di limone (10), unitelo all’olio (11) e mescolate per creare una citronette fluida e ben amalgamatata (12).

Insalata di seppie, passo 5

Versate il condimento sull’insalata di seppie, condite a piacere con sale e pepe (14), mescolate e servite subito!

Conservazione

L’insalata di seppie si conserva per un giorno in frigorifero, sconsigliamo la congelazione.

Consiglio

Noi abbiamo usato seppie già pulite ma se voi avete delle seppie intere potete seguirla la nostra scheda “Come pulire le seppie” per la pulizia dei molluschi.

Se volete dare un tocco aromatico in più, arricchite con del prerzzemolo fresco o del timo l’insalata di seppie.

,

Una crema che unisce tradizione e golosità: la crema alla Nutella! La tradizione con la crema pasticcera e l’irresistibile golosià della famosa crema spalmabile alle nocciole, dando vita ad una crema vellutata e dal gusto avvolgente che piacerà a tutti! Perfetta per farcire le torte, ma anche bignè, dolci di pasta sfoglia e tante altre delizie al cucchiaio. Potrete anche creare favolose merende accompagnandola con frutta fresca, come fragole o lamponi che faranno da contrasto perfetto con la loro acidità. Morbida e vellutata, questa crema sarà un vero piacere per il palato.
Venite a scoprire altre delizie con Nutella:

Torta alla Nutella
Torta morbida alla Nutella
Mignon con Nutella e crema diplomatica
Cupcake alla Nutella,

Categoria: Dolci

Ingredienti (per 820 g di crema)

  • Nutella 200 g
  • Latte intero 500 g
  • Zucchero 100 g
  • Tuorli 60 g (di circa 4 uova medie)
  • Amido di mais (maizena) 50 g
  • Sale fino 1 pizzico

Preparazione

Crema alla Nutella, passo 1

Per preparae la crema alla Nutella versate il latte in un pentolino (1), accendete il fuoco e portate a bollore. Nel frattempo, in un altro tegame, lavorate i tuorli con lo zucchero (2) (3) fino ad ottenere un composto chiaro, fluido e omogeneo.

Crema alla Nutella, passo 2

Aggiungete un pizzico di sale (4), incorporate anche l’amido di mais setacciato (5), alternandolo a un bicchiere circa di latte caldo, prelevato da quello messo sul fuoco (6). Mescolate con la frusta per ottenere una consistenza liscia ed omogenea.

Crema alla Nutella, passo 3

Non appena il latte sfiorerà il bollore, versatelo tutto all’interno del composto dei tuorli (7) e trasferite di nuovo sul fuoco, a fiamma moderata. Continuate a mescolare (8) fino a che la crema non si sarà addensata (9). 

Crema alla Nutella, passo 4

Togliete il tegame dal fuoco e incorporate subito la Nutella (10), finchè la crema è ancora calda. Mescolate con vigore per farla assorbire completamente (11). Versate la crema pronta in una pirofila bassa e larga (12) e coprite con pellicola trasparente a contatto. Lasciate raffreddare la crema completamente, a temperatura ambiente, prima di utilizzarla: vi basterà togliere la pellicola e rinvigorirla, mescolando con la frusta energicamente per qualche minuto. La crema alla Nutella è pronta per essere utilizzata nelle vostre preparazioni.

Conservazione

La crema pasticcera alla Nutella si può conservare in frigorifero coperta da pellicola per 5 giorni. Si può anche congelare per ca. 1 mese.

Consiglio

Per ottenere una crema più morbida al palato, potete utilizzare metà dose di amido di mais e metà dose di amido di riso.

Potete preparare la crema anche il giorno prima, conservandola in frigorifero, coperta con pellicola, fino al giorno dopo. Prima di utilizzarla, rinvigoritela con la frusta.

Con queste dosi potete farcire una torta da 24-26 cm con 2 strati di crema.

,

Tagliati ad anelli e fritti, ripieni oppure in umido, i calamari sono fra i principali protagonisti della nostra cucina di mare! Ecco un’altra ricetta semplice e appetitosa: i calamari con piselli! Un’ottima alternativa alle classiche seppie da accompagnare con fette di pane tostato per un secondo di pesce in umido che si può trasformare anche in piatto unico o, perché no, in un condimento per la pasta. Basterà dedicare un po’ di tempo alla pulizia e in poche mosse i calamari con piselli saranno in tavola, pronti da gustare!,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Calamari 800 g (da pulire)
  • Piselli surgelati 400 g (o freschi)
  • Cipollotto fresco 1
  • Vino bianco secco 100 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione

Calamari con piselli, passo 1

Per preparare i calamari con piselli, per prima cosa pulite i calamari: sciacquateli sotto dividete la testa dal mantello ed estraete delicatamente le interiora e la penna di cartilagine che si trova all’interno (1). Sciacquateli bene, dentro e fuori e rimuovete la pelle (2), anche il becco. Risciacquate più volte e infine tagliateli a rondelle della larghezza di 2 cm circa (3).

Calamari con piselli, passo 2

Mondate e tritate finemente il cipollotto (4). Scaldate un giro d’olio in una padella, aggiungete il cipollotto (5) e fatelo appassire, poi unite i piselli (6), salate e cuocete per circa 10 minuti a fiamma medio-bassa.

Calamari con piselli, passo 3

Nel frattempo versate i calamari in un’altra padella con un altro giro d’olio e lo spicchio di aglio (7). Sfumate con il vino bianco e cuocete per circa 10 minuti sempre a fuoco medio-basso (8), poi rimuovete l’aglio dalla padella (9).

Calamari con piselli, passo 4

A questo punto unite i piselli (10), aggiungete un filo d’olio e cuocete per altri 10 minuti (11). Aggiustate di sale, se necessario, e servite i vostri calamari con piselli accompagnati con delle fette di pane tostato (12)!

Conservazione

I calamari con piselli si possono conservare in frigorifero per un giorno al massimo. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

I calamari con piselli sono ottimi anche per condire una pasta!

Potete utilizzare i piselli freschi se di stagione; in questo caso prolungate la cottura di circa 5 minuti.

,

Le mazzancolle in padella sono un secondo piatto di pesce veloce da preparare, semplice ma decisamente gustoso, ideale per gli amanti dei crostacei. Le mazzancolle, infatti, necessitano di una veloce cottura per preservare la prelibatezza e la pregiatezza delle loro carni. Questa è proprio una ricetta espressa che esalta al meglio il gusto delicato di queti crostacei: una leggera nota piccante data dal peperoncino e qualche goccio di Brandy per creare il tipico flambè! Accompagnate le mazzancolle in padella con un contorno di stagione fresco e leggero: un’insalata di arance e finocchi in inverno oppure una fresca insalata di zucchine e menta nei mesi più caldi.
Venite a scoprire altre deliziose ricette con i crostacei:

Frittata di mazzancolle
Spiedini di mazzancolle al lime, miele e semi di papavero
Gamberoni al guazzetto
Gamberi aglio e peperoncino
Risotto alle mazzancolle
Gamberoni al forno,

Categoria: Secondi piatti

Ingredienti

  • Mazzancolle 600 g
  • Brandy 30 ml
  • Peperoncino fresco 2
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Aglio 2 spicchi
  • Sale fino q.b.
  • Succo di limone 40 g
  • Scorza di limone 1

Preparazione

Mazzancolle in padella, passo 1

Per preparare le mazzancolle in padella iniziate con la pulizia delle mazzancolle: tagliate con una forbice le zampette (1), poi con delicatezza eliminate il carapace lasciando attaccate la coda e la testa della mazzancolla. Con uno stuzzicadenti sfilate il filetto nero, l’intestino (2). Lavate e tritate con un coltello un ciuffo di prezzemolo e mettete da parte (3).

Mazzancolle in padella, passo 2

Tagliate a rondelle il peperoncino (4), potete decidere se tenere o meno i semini. Spremete il succo di un limone (5). Ora in padella fate scaldare l’olio, poi soffriggete l’aglio sbucciato e il peperoncino (6). 

Mazzancolle in padella, passo 3

Dopo qualche istante adagiate nella padella le mazzancolle (7) e fatele cuocere 2 minuti per lato, a fiamma vivace. Sfumate con il brandy (8), inclinate leggermente la padella e lasciate fiammeggiare fino a quando non si spegnerà da sola la fiamma. Aggiungete la scorza di limone grattugiata (9). 

Mazzancolle in padella, passo 4

Insaporite con un pizzico di sale, il prezzemolo tritato (10) e il succo di limone (11), cuocete ancora per un paio di minuti. Servite le mazzancolle in padella ben calde (12).

Conservazione

Consigliamo di consumare subito le mazzancolle in padella.

Consiglio

Accompagnate le mazzancolle in padella con un’insalata di pomodori, di finocchi o di radicchio in base alla disponibilità della stagione!

,

Grazie all’impasto di base delle crepe, o crespelle, è facile ottenere tantissime idee sia dolci che salate! Le crespelle al prosciutto sono l’esempio di come trasformare queste crepe in un meraviglioso primo piatto! Come già sapete dalle tante ricette che vi abbiamo proposto, le crespelle si possono posizionare aperte a strati intervallate dal condimento, chiuse a mezzaluna oppure a portafoglio come in questo caso! Tocco finale: la gratinatura in forno! La crosticina dorata delle vostre crespelle al prosciutto sarà apprezzata da tutti, provate per credere!
Altre deliziose idee con le crespelle? Provale tutte:

Fagottini di crespelle con uovo poche
Cannelloni di crespelle
Crepes integrali
Crepes ricotta e spinaci
Crepe alla Nutella,

Categoria: Primi piatti

Ingredienti

  • Farina 00 160 g
  • Latte intero 340 g
  • Uova 2 medie
  • Burro 30 g
  • Sale fino q.b.

Per farcire

  • Prosciutto cotto 300 g a fette
  • Brie 200 g
  • Gherigli di noci 50 g

Per condire

  • Panna fresca liquida 300 g
  • Parmigiano Reggiano DOP 50 g (da grattugiare)
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo q.b.

Preparazione

Crespelle al prosciutto, passo 1

Per preparare le crespelle al prosciutto versate in ciotola la farina, iniziate a mescolare con la frusta mentre versate il latte (1): dovrete ottenere una pastella fluida e senza grumi. Quindi aggiungete un pizzico di sale, l’uovo, (2) e poi il burro fuso (3).

Crespelle al prosciutto, passo 2

Scaldate la crepiera (o una padella antiaderente), ungete con un po’ di burro da spargere bene con un foglio di carta da cucina (4). Versate una mestolata di impasto (5) e ruotate per spanderla uniformemente sul fondo (oppure usate lo spargi impasto per ricoprire interamente la superficie) (6). 

Crespelle al prosciutto, passo 3

Appena la crespella è cotta dal primo lato, giratela (7) e ultimate la cottura (8). Man mano impilate le crespelle pronte su un piatto (9).

Crespelle al prosciutto, passo 4

Farcite ciascuna crespella con una fetta di prosciutto (10), qualche pezzetto di brie (11) e una manciata di gherigli di noce sbriciolati a mano (12).

Crespelle al prosciutto, passo 5

Piegate la crespella a mezzaluna (13), farcite ancora la metà farcia (14) e ripiegate formando un triangolo (15): andate avanti con tutte le altre. 

Crespelle al prosciutto, passo 6

Passate al condimento: scaldate la panna in un pentolino a fiamma bassa, poi aggiungete 30 g di Parmigiano (16) e lasciatelo sciogliere, mescolando. Aggiustate di sale e pepe a piacere. Versate metà di questa salsa in una pirofila (17), sistemate le crespelle (18). 

Crespelle al prosciutto, passo 7

Completate con la salsa restante (19), condite con i restanti 20 g di formaggio grattugiato. Ancora un pizzico di pepe  se preferite (20) e cuocete sul ripiano più basso del forno, preriscaldato in modalità statica a 180°, per circa 20 minuti. Fate intiepidire qualche minuto prima di servire le crespelle al prosciutto e guarnite con un po’ di prezzemolo tritato (21).

Conservazione

Potete conservare le vostre crespelle al prosciutto per un paio di giorni in frigorifero.

L’impasto può essere preparato in anticipo, fino a 12 ore prima, conservandolo in frigorifero.

Potete congelare le crespelle farcite e cotte al forno.

Consiglio

La panna non è di vostro gradimento? Potete usare un po’ di besciamella: abbiate cura di tenerla fluida e insaporite con il formaggio come da ricetta.

,